Guida Pratica iSpazio: Per capire cosa scegliere tra Blackra1n e PwnageTool e come comportarsi con gli iPhone 3G/3GS stranieri

Senza titolo-5

Dato che nei numerosissimi commenti leggo più o meno sempre le stesse domande, ho deciso di realizzare un unico articolo con tutte le informazioni utili per indirizzarvi nell’utilizzo del software di sblocco più adeguato alla vostra situazione. Analizzeremo quindi tutti i vari casi in cui si può trovare un utente e di conseguenza riusciremo a capire se utilizzare Blackra1n o PwnageTool, se continuare a salvare l’ECID e se bisogna aggiorare il proprio iPhone 3G o 3GS straniero.

Che cos’è Blackra1n

Immagine 53Blackra1n è un’applicazione realizzata da un giovane Hacker chiamato “GeoHot”, disponibile sia per Mac che per Windows che permette di eseguire lo sblocco ed il jailbreak di tutti i dispositivi Apple, (ma non l’attivazione). Il suo metodo è estremamente veloce, il più veloce e pulito che abbiamo avuto fin ora e sblocca direttamente i firmware originali installati sugli iPhone o sugli iPod Touch. Questo significa che prima di utilizzare Blackra1n è necessario aggiornare o ripristinare il proprio dispositivo al firmware 3.1.2 originale (che potete scaricare da qui).

.

Che cos’è PwnageTool

Immagine 55PwnageTool è un’applicazione realizzata dal DevTeam, disponibile soltanto per Mac, che permette di eseguire lo sblocco, l’attivazione ed il Jailbreak di qualsiasi firmware sul proprio computer (e non direttamente sull’iPhone), per poi trasferirlo “già sbloccato” sul propriodispositivo. Per utilizzare PwnageTool non è necessario, anzi, non bisogna, aggiornare il proprio iPhone alla versione 3.1.2 del Firmware ma si deve semplicemente rimanere con quello attualmente installato. Una volta ottenuto un firmware 3.1.2_custom (modificato/personalizzato), comprensivo di Jailbreak, non dovremo fare altro che caricarlo tramite iTunes.

.

Esaminiamo adesso le varie situazioni in cui si possono gli utenti e stabiliamo qual è il programma più consono da utilizzare per il Jailbreak del Firmware 3.1.2.

.

Per i possessori di un iPhone EDGE

L’iPhone EDGE, contrariamente ai 3G e i 3GS italiani, oltre allo sblocco ed al Jailbreak, ha bisogno dell’Attivazione. Il processo di attivazione è quello che ci permette di accedere e di visualizzare la Springboard. Un iPhone EDGE non-attivo, resta invece bloccato su una schermata di sole chiamate d’emergenza, senza avere la possibilità di utilizzare l’iPhone e muoversi tra le icone della Home.

Blackra1n è al momento in grado di eseguire soltanto lo sblocco ed il Jailbreak. Ne consegue che i possessori di un iPhone EDGE non possono e non devono utilizzare quest’applicazione. L’unica applicazione in grado di eseguire lo sblocco completo dell’EDGE è PwnageTool e questa è la guida per ottenere un custom firmware 3.1.2 per il proprio dispositivo.

PwnageTool purtroppo è solo per Mac quindi tutti gli utenti Window con iPhone EDGE hanno due alternative:

  • Attendere l’aggiornamento di Blackra1n per Windows, in grado di supportare anche l’attivazione
  • Scaricare un Firmware Jailbroken realizzato da qualche persona su un Mac, per poi caricarlo nel proprio dispositivo tramite iTunes, su Windows. Su iSpazio non è possibile inserire link al download di questi firmware personalizzati per cui non posso fare altro che riproporvi la famosa citazione “Chi cerca.. trova”.

.

Per i possessori di un iPod Touch 1G e 2G

Per quanto riguarda gli iPod Touch, sono dispositivi molto più semplici da sbloccare in quanto non hanno particolari tipi di controlli. Semplicemente siete liberi di utilizzare sia PwnageTool che Blackra1n (versione Mac e PC). E’ una vostra scelta legata semplicemente ad un fatto di abitudine o di velocità.. il risultato sarà impeccabile in entrambi i casi.

.

Per i possessori di un iPhone 3G o un iPhone 3GS acquistato in Italia

Le varie situazioni degli iPhone 3G e 3GS possono essere accomunate perchè risultano praticamente uguali dal punto di vista dell’unlock. Partiamo con quelli acquistati in Italia, factory unlocked, che non hanno bisogno della finta attivazione poichè riescono ad essere attivati regolarmente tramite iTunes. L’unica cosa necessaria per questi dispositivi è quindi lo Sblocco ed il Jailbreak.

Se avete letto le descrizioni iniziali sui due Software, avrete ormai capito che sia PwnageTool che Blackra1n riescono ad eseguire sblocco + jailbreak senza alcun problema, per cui potete utilizzare indistintamente il Tool che preferite. Se siete abituati con i custom Firmware continuate per questa strada, se preferite le cose più veloci, allora utilizzate GeoHot.

.

Per i possessori di un iPhone 3G e 3GS straniero (acquistato all’estero)

Se avete un iPhone 3G o un iPhone 3GS acquistato all’estero, la faccenda si arricchisce di piccoli dettagli fondamentali da tenere bene in considerazione. Innanzitutto il dispositivo non risulterà factory unlocked e quindi oltre allo sblocco ed al Jailbreak avrà bisogno anche dell’attivazione. L’unlock inoltre, (ovvero lo sblocco della parte telefonica, utile per ricevere ed inviare chiamate ed SMS), può avvenire soltanto con la vecchia baseband quindi facciamo molta chiarezza in questi vari casi:

  • A) Ho un iPhone 3G/3GS straniero con il Firmware 3.0 o 3.0.1 mai aggiornato al 3.1 o successivi

Bene. In questo caso l’unico metodo possibile per poter installare il firmware 3.1.2 jailbroken, è quello di ricorrere all’utilizzo di PwnageTool.

Avendo un firmware 3.0 o 3.0.1, la propria versione della baseband è la 04.26.08. Questa può essere tranquillamente sbloccata da Ultrasn0w per cui ecco quello che dovete fare:

1. Seguite questa guida per creare il firmware 3.1.2 personalizzato e per aggiornare il vostro iPhone senza compromettere la baseband.

2. Quando l’iPhone si riaccenderà, funzionerà alla perfezione ma non sarà in grado di ricevere telefonate. Aprite Cydia ed installate “ultrasn0w”. Al termine il vostro telefono riuscirà anche a ricevere ed inviare chiamate o sms.

  • B) Ho un iPhone 3G/3GS straniero nato con il Firmware 3.0 ma aggiornato da me al 3.1 /3.1.2 originale, dopo aver salvato l’ECID.

Ricodiamo brevemente che l’ECID è un certificato utile per eseguire il Downgrade del proprio Firmware e che quindi permette di passare da un 3.1 al 3.0. Quando aggiorniamo un iPhone alla versione del Firmware successiva però, aggiorniamo anche la baseband, ovvero la versione del modem, e questa, purtroppo, non può essere riportata indietro in nessun modo. Ne consegue che chi ha aggiornato un iPhone straniero dal Firmware 3.0 al 3.1, ha ormai aggiornato anche la baseband e di conseguenza ha perso la parte telefonica. Al momento non c’è nessun metodo di sblocco per uscire dalla vostra situazione e anche se eseguite un downgrade per tornare al firmware 3.0, non otterrete lo stesso downgrade anche sulla baseband, che resterà aggiornata.

L’unica cosa che potete fare è quella di attendere il DevTeam e sperare nel rilascio di una nuova versione di ultrasn0w.

  • C) Ho un iPhone 3G/3GS straniero con il Firmware 3.1 nativo

Per Firmware 3.1 nativo (o OTB) intendiamo un iPhone che quando è stato acquistato montava già la versione 3.1 del firmware. In questo caso avete già l’ultima versione della baseband e questa non può essere sbloccata. Ne consegue che potete aggiornare al Firmware 3.1.2 utilizzando PwnageTool, ma resterete sempre senza parte telefonica.

  • D) Ho un iPhone 3G/3GS straniero con il firmware 3.1 custom e la vecchia baseband

In questo caso è possibile aggiornare al 3.1.2 custom utilizzando PwnageTool e non verrà compromessa la parte telefonica. Otterrete quindi un iPhone Jailbroken, attivato e sbloccato.

.

Per i possessori di un iPod Touch 3G

Veniamo alla fine esaminando le possibilità dei possessori di un iPod Touch 3G. Per questo dispositivo l’unico metodo che si può utilizzare è quello di GeoHot con Blackra1n. E’ però importante specificare che per questo dispositivo non esiste ancora un vero e proprio jailbreak (quello completo al quale ci riferiamo ogni giorno viene definito “untethered”), ma esiste soltanto la possibilità di eseguire un tethered Jailbreak.

Il Tethered Jailbreak è abbastanza scomodo poichè, riesce ad installare cydia senza problemi ma, ogni volta che si riavvia il dispositivo, ci si ritrova con un iPod Touch originale! Improvvisamente Cydia scompare e con essa anche tutte le applicazioni installate.

L’unico modo per ri-avere cydia e le applicazioni di terze parti è quelo di ri-eseguire il Jailbreak. Ad atto compiuto però, riappariranno tutte le vecchie applicazioni di Cydia già installate in precedenza. Dovrete quindi stare attenti e cercare di evitare i riavvi o lo scaricamento del dispositivo.

Come anticipato, per sbloccare l’iPod Touch 3G, potete utilizzare le nostre guide su Blackra1n in versione Mac e Windows, ma vi avvisiamo che spesso il Jailbreak non riesce al primo colpo. In questo caso dovreste risolvere semplicemente avviando Blackra1n per una seconda volta.

.

.

Con questo articolo spero di aver finalmente chiarito la situazione a tutti gli utenti. Se avete altri casi particolari in cui non sapete come procedere e quale programma scegliere, la sciate un commento e provvederemo ad aggiornare anche l’articolo includendo la vostra situazione.

Dato che nei numerosissimi commenti leggo più o meno sempre le stesse domande, ho deciso di realizzare un unico articolo…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: