Jony Ive ha detto “no” al touchscreen sui Mac, ma qualcosa di nuovo bolle in pentola

In un’intervista concessa a CNET, Jony Ive ha dichiarato che il suo team ha respinto l’idea di un Mac touchscreen “tanti, tanti anni fa”. Il chief design di Apple ha però fatto capire che la società sta lavorando su altri concept che rientrano nella stessa categoria, oltre alla Touch Bar che ha fatto il suo esordio con i nuovi MacBook Pro.

ivemactouch

La Touch Bar è la grande novità dei nuovi MacBook Pro, e Apple ha pubblicato dettagliate linee guida per suggerire agli sviluppatori come utilizzare tale strumento, lasciando anche intendere che questo non è da considerarsi come un secondo display.

I dubbi sul perché Apple non decida di adottare un display touchscreen sui propri Mac e/o MacBook sono ancora molti, e Ive non ha voluto fornire maggiori informazioni sull’argomento, per non lasciarsi sfuggire indiscrezioni riguardanti “cose” su cui la società sta attualmente lavorando. Ci basti quindi sapere che Apple “non crede che un computer desktop touchscreen sia particolarmente utile o un’appropriata applicazione del multitouch”

Quando ci avvicinammo al multitouch, tanti anni fa, stavamo cercando di capire quale fosse il modo giusto di applicarlo e le sue opportunità. Semplicemente capimmo che il Mac non era il prodotto giusto per quello… Non era particolarmente utile o un’appropriata applicazione del multitouch”.

Alla domanda sul perché un Mac touchscreen sarebbe inappropriato, Ive ha così risposto:

Per un mucchio di ragioni pratiche. È difficile parlare [ride] senza addentrarsi in molti dettagli che mi farebbero iniziare a discutere di cose su cui stiamo lavorando. Davvero, non voglio dire di più sull’argomento.

Dite la vostra nei commenti.

Via | MacRumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
21
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: