Luca Maestri invitato alla Luiss, il CFO di Apple parla dell’Italia e del suo potenziale

Luca Maestri, CFO di Apple, invitato a Roma dalla Luiss ha incontrato studenti e molti sviluppatori registrati per parlare di innovazione,  ha rilasciato un’intervista alla Repubblica rilasciando interessanti dichiarazioni.

luca-maestri

L’italiano Luca Maestri 53 anni, da due circa direttore finanziario di Apple, è una tra le persone più influenti nell’azienda di Cupertino, basti pensare alla somma da capogiro che ha guadagnato nel 2015, 25 milioni di $, una cifra che supera di molto persino il compenso di una figura chiave come Tim Cook.

Maestri laureato in Economia alla Luiss, con un master a Boston, e un passato come top manager in  diverse aziende come: Xerox, General Motors e Nokia-Siemens, è di certo una persona di potere all’interno di Apple, nella sua intervista alla Repubblica durante la sua permanenza a Roma, invitato dalla sua ex università ha affrontato diversi temi, dalle casse di Apple, agli obiettivi dell’azienda, ai risultati raggiunti, per poi rispondere alle domande del giornalista riguardanti il nostro Paese, affrontando temi come: l’innovazione la realtà economica italiana, la disoccupazione e le iniziative di Apple sul territorio. Interrogato circa i campi in cui l’innovazione è più presente in Europa come all’estero, Maestri risponde:

“L’intelligenza artificiale e realtà virtuale sono i settori dove vediamo gli sviluppi più interessanti. Ma anche nell’auto stanno confluendo molte nuove tecnologie”

Il CFO di Apple, pensa che l’istruzione italiana sia una delle migliori al mondo e che gli studenti siano veramente preparati ma che ci sia uno scollamento tra il mondo universitario e quello del lavoro, e che è necessario lavorare in questa direzione per combattere la disoccupazione, lo sforzo però non deve essere fatto solo da parte delle istituzione bensì anche le aziende possono e devono fare molto in questo senso, l’idea di martini è chiara, investire sul capitale umano è fondamentale. Così Apple fa e sta facendo con la iOS Developer academy di Napoli, 4000 studenti hanno fatto domanda per i primi 200 posti e altri 400 studenti verranno aggiunti. Apple sta comunque lavorando con altre sei università della Campania e non esclude che in futuro possano essere realizzate altre iniziative simili.

Al termine dell’intervista viene inoltre chiesto a Maestri quale sarebbe la sua reazione ad un’eventuale proposta di ricoprire un ruolo istituzionale all’interno del governo, il direttore finanziario di Apple risponde:

 “Tra qualche anno, con le modalità appropriate e i tempi giusti sarebbe possibile”.

Una intervista che è una vera iniezione di positività da parte di un personaggio potente, una figura chiave in una delle più grandi aziende Tech del panorama mondiale.

 

Via | La Repubblica

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
3
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: