Apple rallenta lo sviluppo dell’automazione su Mac: Scripts e Automator sempre meno utili per l’azienda

Apple ha licenziato l’ingegnere Sal Soghoian dopo ben 20 anni di lavoro all’interno dell’azienda. Nessuno prenderà il suo posto perchè, stando a quanto da lui comunicato, Apple ha deciso di eliminare completamente il ruolo di Product Manager of Automation Technologies.

ispazio

Soghoian è uno sviluppatore di software, unitosi ad Apple nel 1997. Durante questi anni, ha lavorato a numerose tecnologie d’automazione come UNIX CLI, Java Script, AppleScript, Automator.

Si legge così su macosxautomation:

È corretto, non lavoro più per Apple. Sono stato assunto a Gennaio 1997, quasi venti anni fa, grazie al mio profondo pensiero secondo il quale “il potere dei computer dovrebbe risiedere nelle mani di chi lo usa”. Tale credo resta la mia verità ancora oggi. Recentemente, sono stato informato che la mia posizione come Product Manager of Automation Technologies è stata eliminata per motivi d’affari. Di conseguenza, non sono più un dipendente Apple. Ma, sono ancora convinto che il mio credo sia oggi più vero che mai.

Soghoian ha però rassicurato tutte le persone che lo seguono, il suo sito resterà attivo in futuro. Ha infatti dichiarato che è per lui importante fornire soddisfacenti e utilizzabili informazioni riguardanti l'”user automation”.

Applicazioni come Automator sul Mac, permettono di eseguire una moltitudine di operazioni in un solo click e di ripeterle un certo numero di volte o per un certo numero di file. Effettivamente non sono in molti ad utilizzarlo anche se le sue capacità sono davvero fantastiche.

sal-soghoian

Apple ha deciso di investire maggiormente nell’intelligenza artificiale, in Siri e probabilmente in qualcosa di nuovo considerando che Automator non viene aggiornato da molti anni.

Via | iDownloadBlog

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
1
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: