E’ ufficiale: la stima di durata della batteria rimanente è stata rimossa da MacOS 10.12.2

Nella versione finale di MacOS 10.12.2 appena rilasciata, è stata ufficialmente rimossa la funzione che calcolava il tempo rimanente di batteria.

macos-battery

Sui portatili Apple, oltre a visualizzare la percentuale di batteria residua, esisteva una funzione che mostrava anche le ore ed i minuti di carica rimanente.

Questa funzione cambiava dinamicamente a seconda di quante app venivano aperte o quanti processi in background si trovava a gestire il computer in un determinato momento. La stima era comunque approssimativa ma la funzione risultava indubbiamente utile.

Molti acquirenti del nuovo MacBook Pro con Touch Bar hanno iniziato a lamentarsi della sua scarsa durata della batteria, pubblicando migliaia di tweet e topic nei forum di supporto. Nelle immagini allegate, si vedeva chiaramente la percentuale di carica residua con la stima del tempo rimanente prima dello spegnimento e, facendo dei calcoli, tutti potevano arrivare alla conclusione che il computer si scaricava abbastanza in fretta. Per placare questo fenomeno, Apple ha “tagliato la testa al toro”, rimuovendo completamente la funzione e giustificando l’azione con queste parole:

La percentuale mostrata dai Mac è accurata ma, a causa della maniera dinamica con la quale il computer calcola “il tempo rimanente”, quell’indicatore non poteva mai essere troppo preciso. Ogni cosa che facciamo su un MacBook ha ripercussioni sulla durata della batteria in modi molto diversi e quell’indicatore creava soltanto confusione.

 

Oltre alle applicazioni con le quali stiamo lavorando, ci sono tantissime altre cose e processi in background che girano sul computer ma che l’utente non vede ed anche questi ricadono sulla batteria.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
2
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: