iFixit festeggia il decimo compleanno dell’iPhone riprendendo tutti i suoi teardown

iFixit ha voluto festeggiare il decimo compleanno dell’iPhone proponendo all’utenza tutti i teardown effettuati negli anni. Ecco quindi come hanno smontato tutti i 15 iPhone usciti fino ad oggi!

All’uscita di un nuovo iPhone lo staff di iFixit è sempre stato il primo a smontarlo e a proporre un teardown completo sulle loro pagine. In questo modo ogni anno scopriamo tutte le caratteristiche tecniche dei melafonini nei loro minimi dettagli. Inoltre, sempre sul loro sito possiamo trovare numerose guide e video su come riparare i nostri dispositivi Apple.

In occasione del decimo compleanno dell’iPhone iFixit ha voluto proporci un articolo riassuntivo, che raccoglie tutti i teardown effettuati. In questo modo possiamo vedere com’è cambiata la realizzazione degli iPhone negli anni, sia nel design che nel alloggiamento interno dei componenti.

Oltre a fornirci i dati precedentemente menzionati, iFixit ci propone anche un punteggio basato sulla facilità nella riparazione del dispositivo. Dopo un inizio particolarmente catastrofico dell’iPhone 2G (ha totalizzato solamente 2 punti su 10), Apple si è subito ripresa e ha mantenuto negli anni un andamento piuttosto costante (intorno ai 6-7 punti su 10).

L’iPhone è diventato più grande, più largo e più sottile, ma anche più facile da riparare. Il primo iPhone ha totalizzato un punteggio sulla facilità di riparazione di soli 2/10. All’interno aveva una batteria saldata ed era impossibile smontarlo senza rompere il suo case. Con l’uscita dell’iPhone 3G il punteggio balzò a 7 punti su 10 e i dispositivi usciti in seguito seguirono tutti questo trend. Gli iPhone 7 dell’anno scorso hanno totalizzato 7 punti su 10 nella nostra scala del 2016.

Non ci resta che lasciarvi all’articolo in questione, pubblicato direttamente sul sito di iFixit.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: