Alcuni Admob Ads posti sulle applicazioni potrebbero contenere dei Dialer [Video]

Ricordate i vecchi “Dialer” che si potevano beccare sfortunamente su Internet? Pensavamo tutti  di essercene sbarazzati, infatti pare che sul Web la minaccia sia stata debellata ma non è sparita totalmente in campo tecnologico e ha scovato una nuova vittima succulenta, chi? il nostro iPhone.

Secondo un gruppo di utenti francesi, su alcuni banner Admob posti dentro le applicazioni, se accidentalmente cliccati potrebbero far avviare chiamate a numeri con tariffe esorbitanti. La Apple come afferma nel suo SDK, permette ad applicazioni native di effettuare chiamate senza la vostra conferma e se siete disattenti o il dispositivo è in mano ad un bambino che per caso clicca quel tasto , la vostra rapidità potrebbe permettervi di annulare subito la chiamata.

Degli utenti francesi hanno segnalato in un forum che per questi banner, accade un fatto alquanto spiacevole che neanche la vostra prontezza potrebbe sventare. Hanno scoperto che quando si clicca sulla pubblicità Admob, viene avviata una chiamata in background senza possibilità alcuna di poterla interrompere. Non so se ricordate un bug che permetteva a safari di avviare una chiamata automaticamente, ma che poi venne risolto dall’azienda di Cupertino con il Firmware 2.2.1. Ecco come funzionava:

Per ora questo problema sembra riguardare soltanto gli utenti francesi, ma se si dovesse espandere, sarebbe un vero e proprio danno per tutti coloro che incassero in questa trappola.

via | AppAdvice

Ricordate i vecchi “Dialer” che si potevano beccare sfortunamente su Internet? Pensavamo tutti  di essercene sbarazzati, infatti pare che sul…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: