HOTDisponibile il Jailbreak di iOS 10.2 ma solo per alcuni dispositivi

Un po’ a sorpresa, è stato oggi rilasciato il Jailbreak di iOS 10.2. Il tool è stato sviluppato e pubblicato in rete da due hacker italiani, ovvero Luca Todesco e Marco Grassi.

Partiamo subito con il dire che il Jailbreak di iOS 10.2 rilasciato da Todesco e Grassi è alla prima beta. Non c’è infatti un tool specifico per installare Cydia ed è compatibile solo con determinati dispositivi Apple, ovvero: iPhone 6s, iPhone SE e iPad Pro aggiornati ad iOS 10, iOS 10.1 e iOS 10.2. Purtroppo avete letto bene, tra i dispositivi compatibili non figurano gli ultimi iPhone 7 e iPhone 7 Plus.

L’occorrente per eseguire il Jailbreak è disponibile su questa pagina web. Ecco tutti i passaggi da eseguire:

  • Scaricate il file IPA e Cydia Impactor.
  • Aprite Cydia Impactor (disponibile per Windows, macOS e Linux), e trascinate sull’interfaccia di quest’ultimo il file IPA scaricato.
  • Inserite l’email utilizzata per il vostro Apple ID, quindi la password. Non preoccupatevi, i dati inseriti verranno comunicati solo ed esclusivamente ai server Apple.

Eseguiti tutti i passaggi, troverete nella Home del vostro dispositivo una nuova applicazione. Prima di avviarla, è necessario un ulteriore passaggio. Andate in Impostazioni → Generali → Gestione dispositivo, da qui autorizzate l’applicazione Yalu. A questo punto, potete lanciare l’applicazione sul vostro dispositivo.

Per completare l’opera, cliccate su “GO” quando l’applicazione Yalu ve lo chiede. Ad installazione ultimata, troverete Cydia nella Home. Ricordiamo che il MobileSubstrate è compatibile con iOS 10.2, quindi tutti i tweak che si basano su quest’ultimo potranno essere fin da subito installati.

NOTA: Come ricordato in precedenza, il Jailbreak di iOS 10.2 in questione è ancora in una fase beta, ed è quindi molto instabile. Considerato ciò, non possiamo che consigliarvi di attendere ulteriori sviluppi, una versione più stabile.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
7
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: