QuickPwn : Un nuovo software dal DevTeam per eseguire il Jailbreak senza usare un Custom Firmware.

Il DevTeam ha pubblicato una nuova applicazione chiamata QuickPwn. Si può facilmente intuire dal nome che sarà un Tool semplice ma molto potente che offrirà all’utente la possibilità di eseguire un jailbreak direttamente sull’iPhone/iPod, senza dover necessariamente creare un custom firmware ed utilizzare iTunes per ripristinarlo. Il programma è molto semplice da usare e la procedura dura pochi secondi. (Non avete già sentito queste parole? ) L’ho appena testato ed ecco la mia esperienza:

Requisiti:

Relativamente a questa primissima versione, solo il firmware 2.0.1 è accettato (gli altri saranno aggiunti a breve). Quindi il pre-requisito è quello di partire con un iPhone, iPhone 3G o un iPod Touch con il firmware 2.0.1 originale installato su di esso.

Download:

Scaricate QuickPwn cliccando qui. Decomprimete il file, in modo da creare la cartella “quickpwn” sul desktop.

Preparazione:

Adesso inserite il file .ipsw relativo al firmware 2.0.1 originale per il vostro dispositivo, all’interno della stessa cartella “quickpwn” sul desktop. Il risultato sarà una cartella che contiene i seguenti file:

Collegate l’iPhone/iPod al computer, con il cavo USB ed assicuratevi di chiudere i processi relativi ad iTunes ed iTunes Help. Per farlo premete contemporaneamente i tasti CTRL + ALT + CANC sulla tastiera del vostro Pc. Apparirà una finestra simile a questa:

Cercate iTunes.exe e successivamente iTunesHelper.exe. Selezionateli con il Mouse e poi cliccate su Termina Processo. Ora possiamo iniziare il Jailbreak!

Come eseguire il Jailbreak con QuickPwn:

1. Tornate alla cartella QuickPwn sul vostro desktop e cliccate su uno dei seguenti file:

  • iPhone 3G.bat (se volete eseguire il Jailbreak su un iPhone 3G)
  • iPhone 2G.bat (per eseguire il jailbreak sull’iPhone EDGE)
  • iPod touch.bat (per eseguire il jailbreak sull’iPod Touch)

2. Si aprirà una finestra nera ed il programma inizierà a lavorare.

3. Al termine il vostro dispositivo sarà sbloccato.

Ci sono da dire diverse cose: QuickPwn è ancora molto acerbo. Non è dotato di interfaccia grafica ed ha ancora dei limiti. Sicuramente con un giorno intenso di lavoro, o al massimo due, ci potrà essere un aggiornamento e quindi la possibilità di avere maggiore stabilità, la risoluzione di bug (relativamente allo sblocco dell’iPod per esempio), e maggiore semplicità (usando un supporto grafico e quindi rendere possiblie lo sblocco soltanto con un click di un bottone). La miglior soluzione di sblocco resta e resterà sempre PwnageTool/WinPwn e la relativa costruzione di un custom firmware: Qui ci sono le nostre guide a riguardo. Vi invito a non provare questa guida utilizzandola come Opzione di sblocco definitivo del vostro terminale. Usatela solo se volete testare l’applicazione, ma con la consapevolezza che potreste aver bisogno di utilizzare nuovamente PwnageTool o WinPwn per renderlo funzionante.

QuickPwn è chiaramente stato rilasciato “in tutta fretta” a causa dell’articolo di cui vi abbiamo parlato qui, ma è un progetto partito gia da diversi giorni, ovviamente. E’ quindi facile intuire su cosa si baserà quel prossimo software e come mai sarà cosi semplice e veloce. Non ho dubbi sul fatto che sarà dotato di una bella interfaccia grafica semplice e pulita, ma francamente.. è davvero troppo tardi ormai.

PS. QuickPwn è OpenSource, e sapete tutti cosa significa no?

Proprio a dimostrazione di tutto ciò, un nostro utente, Solletichino999, ha creato una GUI (versione grafica) di QuickPWN usando appunto il codice reso disponibile dal DevTeam. Usarla è semplice, basta installarlo e si creerà la cartella quickpwn sul desktop. Tutto quello che dovete fare è inserire il firmware 2.0.1 originale in questa cartella e seguire le istruzioni della GUI. Download qui: QuickPWN GUI, e qui il Codice Sorgente

Il DevTeam ha pubblicato una nuova applicazione chiamata QuickPwn. Si può facilmente intuire dal nome che sarà un Tool semplice…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: