Adobe rilascia dure dichiarazioni nei confronti di Apple relativamente all’implementazione del Flash Player su iPhone ed iPad

Il Wall Street Journal in mattinata, ha avuto modo di intervistare Shantanu Narayen, Chief Executive di Adobe nella stessa conferenza in cui ieri Tim Cook ha svelato i segreti del successo di Apple. Ovviamente le domande erano rivolte al Flash su iPhone/iPad e di seguito vi riassiumiamo le dure dichiarazioni:

Secondo Narayen, Apple ha realizzato un sistema veramente chiuso dove ogni cosa deve passare per l’iTunes Store. Ad Apple piace avere il controllo assoluto e la proprietà di tutte le tecnologie che vengono utilizzate e questo è il motivo che li allontana dal Flash. Ancora 85 siti su 100 utilizzano il Flash ed il 75% dei video sul web dipendono allo stesso modo dalla tecnologia Adobe.

Con un tono piuttosto forte Narayen continua il suo discorso dicendo che all’inizio del mese Steve Jobs ha dichiarato che l’utilizzo del Flash su iPad avrebbe ridotto la batteria dell’85% passando da 10 ore in navigazione a sole 1,5 ore. La domanda di Adobe a questo punto è: “Lo avete testato?”

Il CEO di Apple in parte ha ragione perchè le prime versioni del Flash Player non erano molto efficienti ma adesso abbiamo una versione per iPad ed iPhone che funzionano egregiamente, così come avviene sugli altri telefoni Android.

Ci sono molti giochi ed applicativi online e gli sviluppatori possono anche aggiornarli senza inviare nulla ad Apple. Durante il corso del prossimo anno, le cose cambieranno ancora. Il Flash Player diventerà ancora più efficiente, specialmente sulle piattaforme ARM. Anche i processori GPU diventeranno più veloci e l’esperienza mobile salirà di livello. Al momento Flash supportaa le gestures multi-touch e per la cronaca, Android ha molte più applicazioni di quelle disponibile per iPhone poichè può utilizzare tutte quelle disponibili sul Web in formato Flash e sono veramente tante da non poter essere nemmeno paragonate a quelle presenti in AppStore.

Narayen si esprime anche sull’HTML5 dicendo che tutte quelle persone che in questi giorni stanno “impazzendo di gioia” nei confronti di questa tecnologia, non hanno ancora capito nulla. Potrà pure essere una valida alternativa per la visualizzazione dei video ma l’impiego del Flash Player di Adobe è molto più vasto e sicuramente non si ferma solo a questo.

Lo Chief Executive di Adobe, termina il suo discorso asserendo che nel futuro il Flash di Adobe sarà sempre in testa e che la sua diffusione non andrà a scemare. Diventerà sempre più potente e nè le nuove tecnologie nè scelte strategiche di alcune società riusciranno mai a rimpiazzarlo.

Il Wall Street Journal in mattinata, ha avuto modo di intervistare Shantanu Narayen, Chief Executive di Adobe nella stessa conferenza…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: