Apple difende con i denti le tecnologie impiegate nell’iPhone e sguinzaglia i suoi legali per ritardare lo sviluppo degli altri costruttori!

Secondo il rapporto di Yair Reiner, pare proprio che Apple stia usando le maniere forti nei confronti dei costruttori di SmartPhone per ostacolarne il progresso, conservando le innovazioni introdotte con l’iPhone.

Le controversie contro HTC infatti, di cui vi parlammo qui, non sarebbero altro che una parte del piano globale per frenare Google che in questi mesi sta suscitando una fiducia quasi totale da parte di tantissimi costruttori che sceglieranno Android come sistema operativo dei propri smartphone.

Apple non ha mai nascosto tutto questo ed infatti ha dichiarato che non sarebbe mai rimasta ferma a guardare gli altri competitor soprattutto nel caso in cui questi avessero tentato di copiare le tecnologie ed i brevetti integrati nell’iPhone.

Di conseguenza sono stati rilasciati pochissimi cellulari dotati di un multi-touch capacitivo e solo adesso si stanno diffondendo i nuovi smartphone come il Motorola Droid, l’HTC Eris ed il Nexus One. E’ proprio questo uno dei fattori che ha spinto Apple a querelare HTC e la stessa cosa avverà per tutti gli altri costruttori che cercheranno di “il progresso” utilizzando le tecnologie che troviamo già da tanti anni su iPhone.

Google ed il suo Android inizia ad essere temuto da tutti, e a tal proposito ricordiamo anche l’articolo di oggi secondo il quale Apple e Microsoft potrebbero allearsi per combattere questo nemico comune. Porterebbe infatti meno danni convogliare i costruttori verso il nuovo Windows Mobile 7 piuttosto che Android. Vi terremo aggiornati.

Via | Macitynet

Secondo il rapporto di Yair Reiner, pare proprio che Apple stia usando le maniere forti nei confronti dei costruttori di…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.