Steve Jobs: Ecco perchè non vogliamo applicazioni sviluppate con Tool alternativi

Recentemente Apple ha bloccato lo sviluppo di Applicazioni partendo da programmi alternativi in grado di convertire un linguaggio come quello Flash in Objective C al fine di rendere le applicazioni funzionanti su iPhone. Questa cosa ha suscitato davvero grosse polemiche in USA ed oggi è Steve Jobs in persona a rispondere e ad esprimere le sue motivazioni a tutela di questa scelta.

Tutto ciò è stato estratto da una lunga email di risposta ad un utente che però vi riassiumiamo in questo modo:

“Apple ha creato una piattaforma di sviluppo senza precedenti, in grado di offrire agli sviluppatori una certa immediatezza ed una semplicità assoluta nella costruzione del codice e dell’interfaccia grafica dell’applicazione. Creare piattaforme alternative in grado di appoggiarsi alla nostra non fa altro che confondere gli sviluppatori e sicuramente non fa bene a noi dato che blocca i progressi e i possibili miglioramenti di tutto ciò che abbiamo creato”.

In altre parole per Apple è importante che gli sviluppatori AppStore utilizzino i Tool proprietari messi a disposizione dalla stessa azienda che raccoglie anche i feedback necessari per portarli ad un sempre maggiore progresso. Pensate sia una motivazione giusta questa di Steve per rifiutare la conversione delle applicazioni realizzate con Flash CS5?

Via | 9to5Mac

Recentemente Apple ha bloccato lo sviluppo di Applicazioni partendo da programmi alternativi in grado di convertire un linguaggio come quello…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: