iSpazio - IL Blog Italiano per le Notizie sull'iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5S, iPhone 5C, 5 e 4S con recensioni App Store e Guide al Jailbreak » Guide http://www.ispazio.net iPhone 6, iPhone 6 Plus, iPhone 5s, iphone 5c, iphone 4s, iPhone Italia, iPhone 5, iPod Touch, Apple, App Store, giochi, Applicazioni, iPhone 4, notizie, blog, jailbreak, jailbreak iphone, recensioni Sun, 19 Oct 2014 19:13:49 +0000 it-IT hourly 1 http://wordpress.org/?v=3.9.1 Come installare OS X Yosemite in maniera pulita da una penna USB | Guida http://www.ispazio.net/495295/come-installare-os-x-yosemite-in-maniera-pulita-da-una-penna-usb-guida http://www.ispazio.net/495295/come-installare-os-x-yosemite-in-maniera-pulita-da-una-penna-usb-guida#comments Fri, 17 Oct 2014 00:04:56 +0000 http://www.ispazio.net/?p=495295 Apple ha appena rilasciato OS X Yosemite, la nuova versione del sistema operativo per Mac ed in questo articolo andremo a vedere come aggiornare attraverso il metodo classico e come effettuare un’installazione pulita utilizzando una penna USB.

osx-yosemite

Guida e Requisiti per l’aggiornamento da OS X precedenti [+ Espandi]

Guida e Requisiti per l’installazione pulita di Yosemite da USB

OS X Yosemite è compatibile con i seguenti computer:

  • iMac (metà 2007 o più recente)
  • MacBook (fine 2008 in alluminio, inizio 2009 o più recente)
  • MacBook Pro (metà/fine 2007 o più recente)
  • MacBook Air (fine 2008 o più recente)
  • Mac mini (inizio 2009 o più recente)
  • Mac Pro (inizio 2008 o più recente)
  • Xserve (inizio 2009)

Guida:

1. Scaricate OS X Yosemite cliccando qui.

2. Non appena sarà terminato il download, si aprirà automaticamente il programma di installazione guidata. Ignoratelo.

3. Inserite una pennetta USB (almeno da 8GB) nel vostro Mac ed avviate Utility Disco (la trovate sotto Applicazioni > Utilities)

4. Posizionatevi sulla pennetta e poi sul tab “Inizializza”. E’ importante che la penna sia formattata in formato Mac OS esteso (journaled) e che venga scritto come nome “Yosemite”. Cliccate Inizializza… appena sarete pronti.

Schermata 2014-10-17 alle 01.33.07

5. Con la penna vuota ed in formato Mac OS esteso Journaled, avviate il Terminale (lo trovate in Applicazioni > Utilities) ed incollate al suo interno questo codice:

sudo /Applications/Install\ OS\ X\ Yosemite.app/Contents/Resources/createinstallmedia --volume /Volumes/Yosemite --applicationpath /Applications/Install\ OS\ X\ Yosemite.app --nointeraction

Vi verrà chiesta la password di sistema. Inseritela ed attendete il completamento della fase “Erasing Disk”. Seguirà la fase “Copying installer files to disk…”. Questa operazione potrà durare diversi minuti (anche 20 o 30), a seconda della velocità di trasferimento della penna che avete inserito.

Schermata 2014-10-17 alle 01.34.17

6. Non interrompete l’operazione di copia che terminerà con la scritta “Done”. Al termine avrete aggiunto l’intero sistema operativo con tanto di programma di installazione di OS X Yosemite sulla pennetta.

7. Adesso potete inserire la penna in qualsiasi Mac vogliate aggiornare e tenere premuto il tasto Opzioni della tastiera in fase di avvio per selezionare la penna come disco di avvio, che aprirà la procedura guidata per l’installazione del sistema operativo da zero, ovvero formattando l’intero Hard Disk prima di installare Yosemite. Diamo quindi per scontato che abbiate effettuato un backup di tutti i file che non volete perdere.

]]>
http://www.ispazio.net/495295/come-installare-os-x-yosemite-in-maniera-pulita-da-una-penna-usb-guida/feed 0
Ecco come nascondere foto personali grazie ad una funzione di iOS 8 [Guida] http://www.ispazio.net/494669/ecco-come-nascondere-foto-personali-grazie-ad-una-funzione-di-ios-8-guida http://www.ispazio.net/494669/ecco-come-nascondere-foto-personali-grazie-ad-una-funzione-di-ios-8-guida#comments Tue, 14 Oct 2014 10:10:50 +0000 http://www.ispazio.net/?p=494669 Nonostante possiamo impostare diversi codici di sicurezza per impedire l’accesso ai contenuti privati salvati sul nostro device, c’è sempre il vicino impiccione del caso che va a scavare i nostri più oscuri scheletri nell’armadio. Se siete estremamente gelosi delle foto del vostro gatto Fuffi o se magari avete foto scattate in momenti di puro narcisismo che non volete far vedere al mondo, iOS 8 ha un modo per tenerle al sicuro.

nascondi foto ios 8

Lo streaming foto di iOS 8 è sicuramente un buon metodo per collezionare i ricordi a noi più cari, ma ecco un modo pratico per nascondere alcuni di questi ricordi.

  • Recatevi nella vostra raccolta foto
  • Individuate la foto da nascondere
  • Effettuate un tap prolungato sulla foto
  • Vi verranno proposte le opzioni Copia e Nascondi
  • Scegliendo Nascondi vi verrà chiesta ulteriore conferma di voler nascondere l’elemento dalla collezione

0193bb037e55ffa6b561a94848b746d45cc046de60 012fb29457efadf5cf0de4948651ada1a47d512513

La foto nascosta sarà visibile solo in un’apposita cartella della sezione Album, per ripristinare il tutto basterà recarsi in questa cartella, effettuare un tap prolungato e scegliere l’opzione mostra.

01fa51fbffa380c4569e7f4d263e09b14cc34d52e3 01bca8af559975e1c8215c68eee2c0bd2f99cdaa1f

Via | Tuaw

]]>
http://www.ispazio.net/494669/ecco-come-nascondere-foto-personali-grazie-ad-una-funzione-di-ios-8-guida/feed 0
Ecco come usare Hey Siri senza essere connessi ad una fonte energetica [Video Guida] http://www.ispazio.net/494223/ecco-come-usare-hey-siri-senza-essere-connessi-ad-una-fonte-energetica-video-guida http://www.ispazio.net/494223/ecco-come-usare-hey-siri-senza-essere-connessi-ad-una-fonte-energetica-video-guida#comments Thu, 09 Oct 2014 07:21:55 +0000 http://www.ispazio.net/?p=494223 Hey Siri è una nuova funzione introdotta con iOS 8 che permette agli utenti di attivare la propria assistente vocale semplicemente usando la propria voce. La funzione è molto apprezzata soprattutto per coloro che, usando il loro device in macchina, necessitano di un dispositivo hands-free. Condizione obbligatoria per l’attivazione di Hey Siri è però la connessione ad una fonte energetica per evitare di ridurre in poco tempo la batteria del device. Se vogliamo, possiamo aggirare questo cavillo, ecco come.

hey siri

Ovviamente la continua attivazione del microfono influisce notevolmente sulle prestazioni della batteria quindi è consigliabile usare la funzione in condizioni di carica ottimale.

  • Seguiamo il percorso Impostazioni > Generali > Siri e accertiamoci che l’opzione Hey Siri sia abilitata

IMG_0505  IMG_0506  IMG_0507

  • Richiamiamo Siri tenendo premuto il tasto Home
  • Non fate alcun tipo di domanda e lasciate che Siri attivi il Timeout
  • Quando vi troverete nuovamente nella schermata di Siri pronunciate il comando Hey Siri per un utilizzo hands-free
  • La funzione resta attiva fino a quando il dispositivo non si blocca e rimanete quindi all’interno della schermata di Siri, per modificare i tempi del vostro auto-lock seguite il percorso Impostazioni > Generali > Blocco automatico

IMG_0508

Via | iDownloadBlog

]]>
http://www.ispazio.net/494223/ecco-come-usare-hey-siri-senza-essere-connessi-ad-una-fonte-energetica-video-guida/feed 0
Giocare al Super Nintendo su iPhone con iOS 8, senza Jaibreak – Guida [Video] http://www.ispazio.net/494033/giocare-al-super-nintendo-su-iphone-con-ios-8-senza-jaibreak-guida-video http://www.ispazio.net/494033/giocare-al-super-nintendo-su-iphone-con-ios-8-senza-jaibreak-guida-video#comments Tue, 07 Oct 2014 16:15:06 +0000 http://www.ispazio.net/?p=494033 Per tutti gli amanti dei videogiochi, oggi vi presentiamo una semplice guida che vi permetterà di installare un nuovo emulatore, che vi permetterà di giocare ai tantissimi titoli per Super Nintendo direttamente sul nostro dispositivo Apple, aggiornato ad iOS 8 e senza Jailbreak. snes.emulatore

Nintendo si è da sempre dimostrata poco disponibile nel rilascio dei grandi classici come Super Mario e Zelda su iOS e Android, ma grazie a questo nuovo emulatore, chiamato SiOS, è possibile giocare a tutti i vecchi titoli che hanno reso il Super Nintendo un grande successo.

L’emulatore è compatibile con qualsiasi device Apple aggiornato ad iOS 8. Ecco i passaggi da seguire per procedere all’installazione:

  1. Sul vostro dispositivo, aprite Safari ed andate sul sito www.iEmulators.com.
  2. Selezionate la pagina Apps, scorrete in basso fino a trovare SiOS e premete Installa. Dopo pochi secondi comparirà un pop-up: confermate quindi l’installazione selezionando di nuovo Installa.
  3. Raggiungete il menù Impostazioni>Generali>Data e Ora. Disattivate l’opzione Automatiche e impostate la data ad almeno due mesi prima rispetto al giorno odierno. Se durante l’operazione comparirà il pop-up “Impossibile scaricare”, premete semplicemente Riprova. Una volta impostata la data, l’installazione si concluderà.
  4. Una volta completata l’installazione, aprite l’emulatore accettando l’avviso.

Una volta aperto SiOS, potrete tranquillamente tornare nelle Impostazioni e regolare di nuovo la data corretta. Ora non vi rimane altro che caricare le ROM dei vostri titoli preferiti ed iniziare a giocare.

N.B. vi ricordiamo che per poter utilizzare legalmente una ROM su qualsiasi emulatore, dovete possedere il gioco originale. In caso contrario, sarete perseguibili penalmente. Noi di iSpazio non ci assumiamo nessuna responsabilità per un uso non corretto di tale sito web.

Ecco inoltre una video guida che vi seguirà durante i vari passaggi.

Via | RedmondPie

]]>
http://www.ispazio.net/494033/giocare-al-super-nintendo-su-iphone-con-ios-8-senza-jaibreak-guida-video/feed 0
Ecco come non far suonare più dispositivi in contemporanea quando si riceve una chiamata [Guida] http://www.ispazio.net/493423/ecco-come-non-far-suonare-piu-dispositivi-in-contemporanea-quando-si-riceve-una-chiamata-guida http://www.ispazio.net/493423/ecco-come-non-far-suonare-piu-dispositivi-in-contemporanea-quando-si-riceve-una-chiamata-guida#comments Tue, 30 Sep 2014 09:45:32 +0000 http://www.ispazio.net/?p=493423 Il progetto Continuity di Apple prevede l’interazione di più device sulla stessa azione per mantenere appunto un filo conduttore all’interno della vita degli utenti che utilizzano Apple in diversi ambiti. Capita spesso che, in caso di device multipli, il proprietario imposti lo stesso ID Apple. Così facendo, in caso di chiamata in ingresso, tutti i device squillerebbero rumorosamente in contemporanea. Ecco come evitarlo.

continuity

La funzione di cui abbiamo accennato sopra vedrà la sua massima utilità con l’uscita pubblica di OS X Yosemite. Si è sempre detto che la potenza è nulla senza controllo ed è bene quindi capire come gestire Continuity .

Per chiarezza, durante la guida definiremo Alfa, l’iPhone su cui verranno ricevute le chiamate.

  1. Rechiamoci quindi nel pannello delle impostazioni di Alfa
  2. Rechiamoci sul tab dedicato a FaceTime
  3. Disabilitiamo la voce Chiamate Cellulare iPhone

In questo modo sarà solo Alfa a squillare nel momento in cui verrà ricevuta una telefonata mettendo a tacere gli altri device.

Ricordiamo che a monte di questo, la funzione Continuity è soggetta alla vicinanza dei device e che quindi si disabilità ad un certo raggio, disabilitando la chiamata su più device non sarà inoltre possibile effettuare chiamate da iPad e Mac poiché tale possibilità è solo un’estensione della prima funzione.

 0195da4eb7eceaf91bdf85e63af96afa876d9928ae 01dea8a85ad1dccd8e535624daa0e57c948dfc84b9iphone-cellular-calls

Via | OSXDaily

]]>
http://www.ispazio.net/493423/ecco-come-non-far-suonare-piu-dispositivi-in-contemporanea-quando-si-riceve-una-chiamata-guida/feed 0
Come sostituire l’SSD del MacBook ed espandere la memoria – Guida iSpazio [VIDEO] http://www.ispazio.net/490655/come-sostituire-lssd-del-macbook-ed-espandere-la-memoria-guida-ispazio-video http://www.ispazio.net/490655/come-sostituire-lssd-del-macbook-ed-espandere-la-memoria-guida-ispazio-video#comments Mon, 29 Sep 2014 18:40:53 +0000 http://www.ispazio.net/?p=490655 Product-Review1

I MacBook dotati di memoria SSD sono senza dubbio più performanti e scattanti, ma solitamente hanno una capacità ridotta e quando il disco è pieno dobbiamo ricorrere a soluzioni più o meno ‘antipatiche’. Se non vogliamo rinunciare a nessun file, se non vogliamo dotarci di ulteriori supporti esterni, possiamo sostituire il disco interno con uno più capiente. E’ possibile sostituire l’SSD del MacBook Air o Retina? Posso farlo anche se non sono un esperto? Quanto costa? Scioglieremo questi ed altri dubbi nell’appuntamento di oggi con iSpazio Product Review.

iSpazio-MR-Transcend JetDrive-home

Quando Apple ha introdotto il disco a stato solido (SSD) nei propri computer portatili, l’ha fatto utilizzando tagli di memoria molto più piccoli rispetto a quelli a cui eravamo abituati con gli hard disk tradizionali. La scelta chiaramente è legata all’elevato prezzo di questa nuova tecnologia. Molti proprietari di MacBook hanno optato per tagli di memoria più piccoli o semplicemente in fase di acquisto non erano disponibili tagli superiori.

La soluzione classica quando il disco è pieno è quello di collegare una memoria esterna, che può essere un hard disk portatile collegato via USB oppure un hard disk di rete (come il My Cloud). Esistono anche soluzioni più comode, come ad esempio la memoria SD che si infila nello slot del MacBook e sparisce come se non ci fosse.

Tutte queste soluzioni sono alla portata di tutti e molto semplici da implementare, basta collegare qualche filo o semplicemente inserire una scheda. La soluzione definitiva però resta sempre la sostituzione dell’SSD interno al MacBook.

Per quanto quest’operazione sia più complessa e richieda più tempo e pazienza, in teoria può essere eseguita da tutti. Abbiamo provato per voi la SSD JetDrive di Transcend da 480GB su un MacBook Air, siamo molto soddisfatti e di seguito vi descriviamo tutti i passaggi.

iSpazio-MR-Transcend JetDrive-7

Packaging

Transcend ha creato la sua linea JetDrive per MacBook, pensando a tutti i minimi particolari. All’interno delle confezione troviamo tutto ciò di cui abbiamo bisogno, persino i cacciavite. In particolare nella confezione troviamo:

  • La memoria SSD scelta (cambia per capacità e per modello di MacBook).
  • Un case in alluminio dove inserire il vecchio SSD per utilizzarlo come memoria esterna, tramite USB.
  • 2 cacciavite, uno per le viti esterne del MacBook, l’altro per la vite interna. Utilizzabili anche per le viti del case SSD.
  • Una custodia morbida per il case SSD
  • Manuali
  • Un adesivo

iSpazio-MR-Transcend JetDrive-packaging

Prodotto

Transcend JetDrive è una memoria SSD da inserire direttamente all’interno del MacBook, in sostituzione dell’SSD già presente. E’ compatibile con numerosi modelli di MacBook, in particolare distinguiamo al momento 5 tipi di JetDrive:

  • 500 (da 240GB480GB960GB) per MacBook Air 13″ e 11″, late 2010 e mid 2011
  • 520 (da 240GB480GB960GB) per MacBook Air 13″ e 11″, mid 2012
  • 720 (da 240GB480GB960GB) per MacBook Pro Retina 13″, late 2012 e early 2013
  • 725 (da 240GB480GB960GB) per MacBook Pro Retina 15″, mid 2012 e early 2013
  • 420 (da 120GB240GB480 GB960GB) per MacBook 2008-2010; MacBook Pro 2008-2012; Mac mini 2010-2012

I primi 4 fanno riferimento a prodotti che già montano l’SSD e quindi si tratta di un aumento di memoria, mentre JetDrive 420 è concepita per i computer Apple che montano di base l’hard disk, quindi di tratta di un passaggio da hard disk a SSD.

Screenshot 2014-09-24 21.54.15

Inoltre, come già anticipato parlando del packaging, il pacchetto JetDrive comprende un case per riutilizzare il vecchio case come disco esterno collegato via USB.

iSpazio-MR-Transcend JetDrive-5

Installazione

Transcend ha pensato un prodotto che fosse più semplice possibile da installare e devo dire che i risultati sono ottimi: non solo nella confezione è incluso tutto il necessario, ma sul sito troviamo tutto il supporto di cui abbiamo bisogno. L’installazione è andata a buon fine al primo colpo, non ho perso nessun file, come risultato finale mi sono ritrovato con lo stesso computer di prima (stessi file, applicazioni ed impostazioni), ma con tanta memoria libera in più, un disco più veloce ed una memoria esterna tascabile!

  • Difficoltà 2/5. Chiunque può cimentarsi, ma serve pazienza, un minimo di dimestichezza con l’utilizzo del Mac e del cacciavite.
  • Tempo 3/5 – 5/5. Cambiare il disco richiede pochi minuti, ma la preparazione del disco può richiedere anche diverse ore. Dipende dalla quantità di memoria da spostare sul nuovo disco.
  • Imprevisti 1/5. Seguendo la guida passo passo, non si dovrebbe incorrere in problemi. Non si va a toccare nient’altro che l’SSD, che entra ad incastro ed è bloccato da una vite, ed il connettore della batteria, che si stacca tirando una semplice linguetta. L’unico imprevisto che può insorgere è se non si segue la guida e ci si dimentica di staccare la batteria.

L’installazione si compone sostanzialmente di 3 passaggi:

  1. Copia dei file dal vecchio al nuovo disco.
  2. Sostituzione del vecchio disco col nuovo.
  3. Pulizia del vecchio disco per il riutilizzo come memoria esterna.

1. Copia dei file dal vecchio al nuovo disco

L’operazione si esegue direttamente del Mac, collegando il nuovo SSD tramite USB.

Prendiamo l’SSD JetDrive ed il case in dotazione. Colleghiamo l’SSD alla scheda presente nel case (un semplice incastro) ed inseriamo il tutto nel case di alluminio. Il consiglio è quello di infilare prima il terminale USB nel foro corrispondente. Chiudiamo il case con le viti e colleghiamo il cavetto USB.

A questo punto dobbiamo utilizzare uno strumento presente su tutti i Mac, ovvero Utility Disco. Spegniamo il MacBook, riaccendiamolo tenendo premuto il tasto ALT, in questo modo possiamo avviare il Mac con la partizione di recupero.

Screenshot 2014-09-24 23.02.35

Colleghiamo quindi JetDrive tramite USB ed avviamo Utility Disco. Selezioniamo la memoria JetDrive ed inizializziamola (lasciando il formato Mac OS esteso Journaled).

Screenshot 2014-09-24 23.02.57

A questo punto la memoria JetDrive è pronta ad ospitare i dati del nostro vecchio disco andiamo su “Ripristina” e trasciniamo su “Sorgente” il nostro “Macintosh HD”, trasciniamo invece JetDrive su “Destinazione”. Avviamo il ripristino.

Nel mio caso avevo circa 180GB occupati e mi segnalava una durata di circa 2 ore. Il tempo può variare sia in base alla quantità di dati da trasferire che per il numero di file.

Screenshot 2014-09-24 23.03.06

2. Sostituzione del vecchio disco col nuovo

Dopo aver eseguito la copia dei file, come indicato nella prima fase, JetDrive sarà un clone del nostro vecchio disco. Possiamo tirare via JetDrive dal case ripercorrendo al contrario i passaggi descritti in precedenza ed inserirlo nel MacBook al posto del vecchio.

Il primo passo è quello di aprire il MacBook e la prima cosa da fare è spegnerlo e staccare l’alimentazione.

Questa procedura, così come il cambio del disco, invalida la garanzia!

iSpazio-MR-Transcend JetDrive-9

Giriamo il MacBook e svitiamo le viti che troviamo sul fondo, utilizzando uno dei due cacciavite in dotazione. Il consiglio è quello di riporre queste viti in una scatola (magari stesso quella del JetDrive) e segnarsi dove vanno le viti più lunghe.

Quando tutte le viti sono state svitate, il coperchio dovrebbe sollevarsi senza nessuna resistenza. Se così fosse, controllate di aver svitato tutte le viti.

A questo punto la procedura varia da modello a modello, nel mio caso di tratta di un MacBook Air late 2010, ma ho visto che anche negli altri casi la procedura è simile.

La prima cosa da fare quando il MacBook è aperto è quella di staccare la batteria, in questo modo non arriverà l’alimentazione alla scheda madre. Per farlo basta tirare l’apposita linguetta.

iSpazio-MR-Transcend JetDrive-8

Possiamo quindi procedere e rimuovere il vecchio SSD: una volta individuato (è identico a quello nuovo), dovremo rimuovere la vite che lo tiene bloccato e potremo quindi sfilarlo. E’ importante NON SOLLEVARLO, ma solo tirarlo dal lato opposto al dock.

Ormai il gioco è fatto, basta ripetere gli stessi passaggi, ma in ordine inverso:

  1. Inserire JetDrive nell’alloggiamento SSD del MacBook.
  2. Bloccare l’SSD con la vite.
  3. Ri-collegare la batteria alla scheda madre.
  4. Montare il coperchio ed avvitare tutte le viti

C’è un’ultima operazione da eseguire per avere il disco funzionante ed efficiente al 100%, si tratta del TRIM (Lo scopo dell’istruzione è di mantenere la velocità dell’SSD per tutto il suo ciclo di vita, evitando il rallentamento che i primi modelli hanno incontrato una volta che tutte le celle erano state scritte, una alla volta – Wikipedia).

Transcend ha sviluppato un semplice software da scaricare ed avviare:

  • Scarichiamo Transcend Toolbox cliccando qui.
  • Dopo averlo estratto, avviamo JetDriveToolbox
  • Nella schermata che compare, selezioniamo nel menu di sinistra “TRIM”
  • Passiamo il “TRIM Status” da OFF ad ON e lasciamo che il MacBook si riavvii

Screenshot 2014-09-22 11.54.31

A questo punto la procedura è completata. Possiamo goderci la nostra nuova memoria da 240GB o 480GB o 960GB, a seconda del taglio acquistato.

3. Riutilizzo del vecchio disco come memoria esterna

Col nuovo JetDrive al posto del vecchio SSD, ci ritroveremo con tanta memoria in più ed un disco più performante. Transcend ha pensato pure al vecchio SSD, che potremo riutilizzare mettendolo nel case in alluminio in dotazione. Montiamo l’SSD nell’adattatore USB ed inseriamolo nel case.

Colleghiamolo al Mac tramite il cavetto USB incluso. Avviamo Utility Disco ed inizializziamolo. Così avremo una memoria da 256 GB (o comunque della capacità del vecchio SSD) praticamente tascabile, più grande di una penna USB, ma più compatta di un hard disk esterno.

In alternativa, potremo conservala senza inizializzarla, per conservare una copia di backup.

iSpazio-MR-Transcend JetDrive-4

Conclusioni

Per quanto la guida sia abbastanza lunga, posso confermare che la procedura è molto semplice. L’unico problema è che tale operazione invalida la garanzia. Se avete un MacBook Air o Retina ed avete problemi di spazio, JetDrive vi permette di espandere la memoria ad un costo inferiore a quello richiesto da Apple in fase di acquisto del nuovo portatile (ad esempio attualmente da Retina 13″ 128GB a quello da 256GB c’è un salto di 200€)

Inoltre se avete un MacBook senza SSD, il passaggio alla nuova tecnologia vi porterà tanti vantaggi in termini di velocità.

Personalmente mi sono trovato benissimo con questo prodotto, la procedura è lunga per via del passaggio dei file, ma alla portata di molti. Ho apprezzato molto che nella confezione fosse presente qualsiasi cosa potesse tornare utile e che sul sito del produttore fossero riportate in breve, tutte le istruzioni in un video. L’unico lato negativo è che al primo riavvio ho trovato l’orario sbagliato (forse si azzera quando si stacca batteria), ma poi è tornato tutto alla normalità in automatico dopo il TRIM e riavvio.

Per quanto riguarda la velocità, nel caso del prodotto in prova arriva teoricamente a 500MB/s in lettura e 430MB/s in scrittura. Dipende però anche dal computer. Ecco di seguito il valore del test col vecchio SSD e quello con SSD JetDrive

Screenshot 2014-09-14 22.51.21 Screenshot 2014-09-24 23.14.11

Di seguito trovate un video che mostra tutta la procedura che ho eseguito, che può essere utile sia per farvi un’idea della facilità di operazioni da compiere e dall’altra può essere d’aiuto a chi deciderà di eseguire l’upgrade.

In quest’ultimo video trovate invece la presentazione del prodotto di Transcender con tutti i passaggi in breve:

Prezzi e guida all’acquisto

  • La versione da 240GB costa 224,90€, ma in offerta su Amazon si trova tra i 155€ ed i 178€.
  • Quella da 480GB costa 419,90€, ma in offerta su Amazon si trova intorno ai 300€.
  • Quella da 960GB costa circa 700€, ma in offerta su Amazon si trova intorno ai 550€.

I prezzi sono indicativi perché cambiano da modello a modello, inoltre la versione per i vecchi MacBook, la 420, ha un costo inferiore.

Di seguito riepiloghiamo tutti i modelli disponibili, la compatibilità e lo storage. Sono 16 combinazioni diverse, per accedere all’inserzione desiderata, cliccate lo storage (120GB, 204GB..) in corrispondenza del modello compatibile col proprio MacBook.

  • 500 (da 240GB, 480GB, 960GB) per MacBook Air 13″ e 11″, late 2010 e mid 2011
  • 520 (da 240GB, 480GB, 960GB) per MacBook Air 13″ e 11″, mid 2012
  • 720 (da 240GB, 480GB, 960GB) per MacBook Pro Retina 13″, late 2012 e early 2013
  • 725 (da 240GB, 480GB, 960GB) per MacBook Pro Retina 15″, mid 2012 e early 2013
  • 420 (da 120GB, 240GB, 480 GB, 960GB) per MacBook 2008-2010; MacBook Pro 2008-2012; Mac mini 2010-2012

Come supporto per scegliere il modello corretto, potete anche rifarvi al seguente schema:

JDM_compatibility-01

Nell’immagine precedente trovate tutti i dettagli con il “Mac Identifier”. Per conoscere il codice del proprio MacBook:

  1. Clicchiamo sulla Mela in alto a sinistra
  2. Clicchiamo “Informazioni su questo Mac”
  3. Clicchiamo “Più informazioni…” (e già qui possiamo leggere l’anno)
  4. Clicchiamo “Resoconto di Sistema”
  5. Ci ritroviamo di default nelle scheda “Hardware” e la seconda riga è proprio “Identificatore modello”. Nel mio caso MacBookAir3,2 quindi ho optato per JetDrive 500.

Screenshot 2014-09-24 21.54.40

]]>
http://www.ispazio.net/490655/come-sostituire-lssd-del-macbook-ed-espandere-la-memoria-guida-ispazio-video/feed 0
Come effettuare il Downgrade da iOS 8.0.1 ad iOS 8.0 http://www.ispazio.net/492669/come-effettuare-il-downgrade-da-ios-8-0-1-ad-ios-8-0 http://www.ispazio.net/492669/come-effettuare-il-downgrade-da-ios-8-0-1-ad-ios-8-0#comments Wed, 24 Sep 2014 22:01:51 +0000 http://www.ispazio.net/?p=492669 Oggi per la prima volta Apple ha rilasciato una nuova versione del sistema oeprativo che anzichè risolvere problemi ne ha creati di nuovi. Di seguito trovate una semplice guida che vi permetterà di tornare ad iOS 8.0 partendo da iOS 8.0.1. Questa soluzione dovrebbe essere sufficiente per risolvere tutti i problemi introdotti per errore.

downgrade

Attenzione: la procedura di downgrade cancellerà tutti i file sul vostro dispositivo. L’unico modo per ripristinare i vostri dati è essere già in possesso di un backup eseguito su iOS 8.0.

Downgrade ad iOS 8

  1. Scaricate iOS 8.0 cliccando qui.
  2. Disattivate Trova il mio iPhone all’interno di Impostazoni> iCloud
  3. Collegate il vostro dispositivo al Mac o PC con iTunes installato
  4. In iTunes, selezionate il vostro dispositivo ed entrate nella scheda riassuntiva
  5. Tenendo premuto il tasto ALT su Mac o il tasto SHIFT su Windows, cliccate su “Ripristina”
  6. Selezionate il file di iOS 8.0 che avete scaricato in precedenza
  7. Cliccare nuovamente su “Ripristina” e aspettate il completamento del downgrade

 

]]>
http://www.ispazio.net/492669/come-effettuare-il-downgrade-da-ios-8-0-1-ad-ios-8-0/feed 0
Ecco la guida per risolvere i problemi causati da iOS 8.0.1 http://www.ispazio.net/492627/ecco-la-guida-per-risolvere-i-problemi-causati-da-ios-8-0-1 http://www.ispazio.net/492627/ecco-la-guida-per-risolvere-i-problemi-causati-da-ios-8-0-1#comments Wed, 24 Sep 2014 19:06:09 +0000 http://www.ispazio.net/?p=492627 Apple ha da poco rilasciato iOS 8.0.1, ma dopo aver effettuato l’aggiornamento molti utenti hanno riscontrato problemi di connessione cellulare e con il Touch ID. Anche se la società californiana ha adesso ufficialmente ritirato l’aggiornamento, diversi utenti hanno comunque scaricato l’update, andando incontro ai citati problemi. Ma non temete, ecco una guida per risolverli.guida-ios-8.0.1Questo procedimento potrebbe risultare noioso, ma al momento è il metodo più rapido per far tornare i vostri iPhone completamente funzionanti:

1. Recatevi in Impostazioni > iCloud e disabilitate “Trova il mio iPhone”

2. Assicuratevi di avere l’ultima versione di iTunes

3. Avviate iTunes sul vostro PC o Mac

4. Collegate il vostro iPhone 6 o iPhone 6 Plus ad iTunes utilizzando il cavo Lightning

5. Cliccate su “Ripristina”

6. Attendete che iTunes scarichi ed applichi l’aggiornamento

7. Terminato il riavvio del vostro iPhone, ripristinate il vostro ultimo backup da iCloud

Via | iMore

]]>
http://www.ispazio.net/492627/ecco-la-guida-per-risolvere-i-problemi-causati-da-ios-8-0-1/feed 1
Come inserire cartelle all’interno di altre cartelle con iOS 8 – Guida [Video] http://www.ispazio.net/492162/come-inserire-cartelle-allinterno-di-altre-cartelle-in-ios-8-guida-video http://www.ispazio.net/492162/come-inserire-cartelle-allinterno-di-altre-cartelle-in-ios-8-guida-video#comments Mon, 22 Sep 2014 16:42:51 +0000 http://www.ispazio.net/?p=492162 Mantenere la schermata Home ordinata a volte può essere difficile. Le cartelle sono ottime, svolgono egregiamente il loro lavoro, ma se volete organizzare ancora meglio le vostre applicazioni, potete sfruttare un bug presente in iOS 8 (bug presente anche su iOS7), che permette spostare le cartelle all’interno di altre cartelle.

iSpazio-MR-iPhone 6 cartelle trucco

Questa possibilità potrebbe essere molto utile ad esempio per nascondere le molte applicazione preinstallate in iOS 8 e che siete stufi di visualizzare. Al momento abbiamo testato questo procedimento su iPhone 6, iPhone 5S ed iPhone 5C, ma non dubitiamo che sia applicabili a tutti i device con iOS 8.

Se volete quindi spostare le cartelle in altre cartelle non vi resta che seguire questa semplice guida oppure il video tutorial:

1. Create la cartella che desiderate spostare in un’altra cartella

2. Create una seconda cartella e trascinate molto rapidamente al suo interno la prima cartella.

3. Godetevi la vostra schermata Home ordinata e riorganizzata

Se volete invece invertire il processo, tutto ciò che dovrete fare sarà trascinare una qualsiasi cartella “nidificata” nella schermata iniziale. Se avete creato molte cartelle di questo tipo ma volete tornare al layout originale della Home vi basterà andare in: Generali > Ripristina  > Ripristina layout Home.

]]>
http://www.ispazio.net/492162/come-inserire-cartelle-allinterno-di-altre-cartelle-in-ios-8-guida-video/feed 0
Ecco come effettuare il downgrade di iOS 8 e tornare ad iOS 7.1.2 http://www.ispazio.net/492182/ecco-come-effettuare-il-downgrade-di-ios-8-e-tornare-ad-ios-7-1-2 http://www.ispazio.net/492182/ecco-come-effettuare-il-downgrade-di-ios-8-e-tornare-ad-ios-7-1-2#comments Mon, 22 Sep 2014 14:32:47 +0000 http://www.ispazio.net/?p=492182 Se avete aggiornato il vostro dispositivo ad iOS 8 ma per qualche motivo volete tornare indietro alla versione 7.1.2, è possibile effettuare il downgrade per un periodo limitato. Ecco una semplice guida che vi seguirà passo dopo passo.ios8.downgradePrima di iniziare la procedura, ricordiamo agli utenti più inesperti che il downgrade non è ufficialmente supportato da Apple e che è possibile incorrere in alcuni problemi durante il processo. iPhone 6 e iPhone 6 Plus non supportano iOS 7, quindi questa guida è riservata solo ai dispositivi precedenti.

Attenzione: la procedura di downgrade cancellerà tutti i file sul vostro dispositivo. L’unico modo per ripristinare i vostri dati è essere già in possesso di un backup eseguito su iOS 7.1.2. I backup di iOS 8 non potranno essere ripristinati.

Downgrade iOS 8

  1. Scaricate iOS 7.1.2 cliccando qui.
  2. Disattivate Trova il mio iPhone all’interno di Impostazoni> iCloud
  3. Collegate il vostro dispositivo al Mac o PC con iTunes installato
  4. In iTunes, selezionate il vostro dispositivo ed entrate nella scheda riassuntiva
  5. Tenendo premuto il tasto ALT su Mac o il tasto SHIFT su Windows, cliccate su “Aggiorna”
  6. Selezionate il file di iOS 7.1.2 che avete scaricato in precedenza
  7. Cliccare nuovamente su “Aggiorna” e aspettate il completamento del downgrade

Ricordiamo che questa guida funzionerà per un periodo limitato, a seconda delle scelte di Apple.

Via | iDownloadblog

]]>
http://www.ispazio.net/492182/ecco-come-effettuare-il-downgrade-di-ios-8-e-tornare-ad-ios-7-1-2/feed 0