Lo Store italiano è l’unico escluso dal concorso che mette in palio 10.000 brani su iTunes. C’è più gusto ad essere italiani..o forse no? [Aggiornato]

Un’altro chiaro esempio di come Apple consideri noi italiani: la casa di Cupertino esclude l’Italia dal concorso che mette in palio 10.000 brani nell’iTunes Store.

Apple ha silenziosamente lanciato un nuovo concorso su iTunes, nel quale bisogna scegliere i 3 singoli ed i 3 album migliori del 2010.

Tutto molto bello, ma c’è un “ma”. Il concorso è stato lanciato nei 4 Store europei più importanti, tra i quali compare stranamente anche l’Italia, ma con una piccola (e sostanziale) differenza: mentre nello Store inglese, francese e tedesco la casa di Cupertino mette a disposizione ben 10.000 brani che saranno assegnati estraendo a sorte tra i votanti, nel concorso presente sullo Store italiano, non viene minimamente accennata questa possibilità.

Che si tratti di una sorta “discriminazione” per noi italiani è poco ma sicuro, restano però misteriore le cause che hanno portato all’esclusione del Bel Paese dal concorso: che Apple non sia riuscita a stringere gli accordi necessari con le varie case discografiche?

Mistero.

[Aggiornamento]: Andando sul sito http://www.miglioralbumebrano.it/ sarà possibile partecipare al “concorso”, ma anche se non si parla in alcun modo dei 10.000 brani messi in palio (come accade nei siti delle altre nazioni partecipanti), cliccando su Info leggiamo il seguente testo:

La votazione si chiuderà alla mezzanotte del 19 dicembre. Il 21 dicembre faremo il conteggio totale dei voti e annunceremo il brano e l’album “Scelti dal pubblico” di iTunes 2010. Riveleremo a quel punto la scelta della redazione e successivamente invieremo un’e-mail per comunicare i vincitori.

che si tratti di un semplice errore di traduzione?

via | 7bit

Un’altro chiaro esempio di come Apple consideri noi italiani: la casa di Cupertino esclude l’Italia dal concorso che mette in…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: