Anche Amazon si difende da Apple dichiarando che il termine AppStore è troppo generico per poter essere registrato

27/04/2011

Qualche settimana fa Apple ha fatto partire una querela nei confronti di Amazon per l’utilizzo non autorizzato del termine AppStore. Amazon però non demorde, e proprio come Microsoft è intenzionata a proseguire nell’azione legale per dimostrare che si tratta di un termine troppo generico per poter essere registrato.

Amazon la penserebbe esattamente come Microsft, affermando che parola, o l’unione dei due termini, risulta essere troppo generica per poterne possederne il Copyright. Un’analisi ha inoltre dimostrato che la parola “app” rappresenta il termine più utilizzato nel 2010 per il settore tecnologico e che “store” invece indica semplicemente un negozio virtuale.

La nota compagnia di commercio elettronico statunitense avrebbe richiesto l’annullamento della querela ed inoltre il risarcimento, da parte di Apple, delle spese legali sostenute fino ad ora per la stessa.

Via | Macrumors

Qualche settimana fa Apple ha fatto partire una querela nei confronti di Amazon per l’utilizzo non autorizzato del termine AppStore….

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.