Un difetto del touchscreen prodotto dalla Wintek potrebbe influenzare la commercializzazione di iPhone 5

Digitimes informa che un difetto presentatosi sui nuovi pannelli touchscreen per iPhone 5 prodotti dalla Wintek, potrebbero ritardare la spedizione iniziale per il lancio che si prevede nel mese di Ottobre.

Il difetto, chiamato “delayed bubble”, è difficilmente evitabile durante la produzione industriale dei pannelli touchscreen, in particolare se questo difetto non viene rilevato durante il processo di laminazione dei pannelli touch e trovato solo più tardi durante il montaggio.

Tuttavia poichè il processo produttivo dei pannelli di iPhone 5 è identico a quello per iPhone 4, l’azienda Wintek dovrebbe riuscire a porre rimedio al difetto in maniera rapida. L’azienda produttrice dei pannelli non ha ne’ confermato, ne’ smentito la notizia, rispondendo semplicemente che i suoi prodotti verranno consegnati nei tempi previsti.

Apple ha affidato a Wintek il 20-25% della produzione totale dei pannelli touchscreen che saranno utilizzati per iPhone 5. L’azienda con sede a Taiwan TPK, produrrà invece il  60-65% dei pannelli, mentre  Chimei Innolux produrrà la restante parte.

Questa notizia contraddice il rumor di qualche giorno fa secondo il quale Foxconn avrebbe già pronti circa 150,000 iPhone 5 che aspettano solo il firmware iOS 5 per essere spediti negli store. D’altronde come sappiamo il processo produttivo di un iPhone è molto complicato ed i problemi tecnici non devono stupire. Basti pensare che ci sono voluti 8 mesi per far funzionare correttamente l’iPhone 4 bianco evitando i problemi legati alla dispersione della luce.

Via | Digitimes

Digitimes informa che un difetto presentatosi sui nuovi pannelli touchscreen per iPhone 5 prodotti dalla Wintek, potrebbero ritardare la spedizione…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: