Un’indagine rivela qual è lo smartphone più utilizzato dai giovani americani

Lo smartphone made in Cupertino è da sempre uno dei device più venduti, soprattutto negli Stati Uniti. Secondo una recente indagine condotta da Piper Jaffray, l’iPhone risulta essere lo smartphone più utilizzato dai  teenagers americani.

Teenagers

Non è la prima volta che Piper Jaffray conduce un’analisi sui prodotti targati Apple; gia nel lontano 2009, l’indagine  “Teen Survey” aveva rivelato che l’iPod era stato il dispositivo che ogni adolescente (13-19 anni) voleva. Il classico  must-have. Come se ciò non bastasse, nei successivi 3 anni, quindi fino al 2012, un terzo di quegli stessi adolescenti era già in possesso di un iPhone. La percentuale è ulteriormente salita nel 2013 e potrebbe arrivare al 40% entro i primi mesi del 2014.

PJC Teen Survey

I dati che risultano da questa analisi sono incredibili: attualmente il 48% degli adolescenti (13-19 anni) americani possiede un iPhone. Anche le previsioni future lasciano ben poche speranze agli altri competitor nel mercato USA. Infatti, il 65% degli intervistati ha dichiarato che il suo prossimo cellulare sarà sicuramente un iPhone.

Anche l’iPad non sta andando male, anzi, quasi due terzi degli adolescenti (per esattezza il 63%) possiede il famoso tablet da 9,7 pollici made in Cupertino, anche se nell’ultimo anno si registra un calo del 10%. Ciò è in parte dovuto anche alla scelta di optare per la versione mini.

Inoltre, i possibili annunci dei nuovi iPad attesi durante la prossima conferenza della società, potrebbero incoraggiare ulteriormente gli adolescenti degli Stati Uniti all’acquisto di un prodotto Apple.

Via | Appadvice

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: