Mac OS X 10.10 non sarà rivoluzionario come iOS 7 | Rumor

La scorsa settimana Phil Schiller in un’intervista ha dichiarato che non è nei piani di Apple attuare un’unificazione tra iOS e Mac OS. Il nuovo aggiornamento 10.10 è però già in lavorazione da tempo ed all’interno della società è conosciuto col nome in codice Syrah: alcune fonti sostengono che il nuovo sistema operativo non sarà rivoluzionario quanto iOS7.

Mac-OS-X-Mavericks-Logo-e1390844781207-530x235-(1)

La scorsa settimana i responsabili di Apple hanno dichiarato che non è nelle intenzioni della società unire completamente Mac OS con iOS, ed infatti nella giornata di oggi in molti hanno parlato del progetto Syrah, il nome in codice di quello che dovrebbe trasformarsi in Mac OS X 10.10.

Secondo il rumor, il nuovo aggiornamento del sistema operativo non sarà una rivoluzione come quella che ha rappresentato iOS 7 per i dispositivi mobili di Apple. L’aggiornamento porterà piccole modifiche riguardanti l’interfaccia utente, la quale risulterà più piatta rispetto a quella presente in Mavericks. Inoltre potranno venire aggiunte anche sfocature e traslucenze in alcune sezioni, ma sicuramente tutto ciò non influirà tanto quanto quelle inserite in iOS 7. Per finire, dovremmo notare una presenza maggiore del bianco, barre dei menù più definite e finestre squadrate. Le applicazioni e le loro icone invece non dovrebbero subire particolari restyling.

Le funzionalità che dovrebbero essere introdotte in Syrah (attualmente il codice della build è 14Z109) riguarderebbero invece l’introduzione di Siri, l’integrazione di AirDrop con iOS 8 e sistema di notifiche migliorato.

Nell’ultimo mese la presenza sul web di Mac OS X 10.10 è aumentata a dismisura e questo significa che Apple sta accelerando i tempi di sviluppo in modo da essere pronta per un suo rilascio, previsto tra la fine di quest’anno e l’inizio del 2015.

Via | MacRumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: