Apple riduce l’anteprima dei brani in iTunes da 90 a 30 secondi [AGGIORNATO]

Nonostante tra gli appassionati di musica ci siano ancora gli affezionati dei CD fisici, oggigiorno il mercato musicale gira decisamente intorno al virtuale. Che la si ascolti in streaming on demand o che la si acquisti da portali come iTunes la musica ormai circola tra gli utenti come insieme di dati. Proprio perché le nuove tendenze della musica ne prevedono un acquisto virtuale, iTunes, il portale Apple dedicato, sin dal 2010 ha esteso la possibilità di ascoltare i brani prima dell’acquisto da 30 a 90 secondi, a patto che la traccia duri più di 2 minuti e 30. Pare però che qualcosa sia cambiato negli ultimi giorni.

itunes-music-preview-90-sec-30-sec

 

La preview di molte canzoni, tra cui anche tracce che vantano una notevole popolarità, è stata infatti ridotta da 90 a 30 di ascolto sia sulla versione desktop che mobile di iTunes.

Ad esempio, nonostante l’ultimo album di Sia contenga solo tracce la cui durata supera i 2 minuti e 30 secondi, la preview dedicata all’artista è di soli 30 secondi. Il fenomeno è esteso anche a nomi della musica la cui popolarità echeggia ancora più forte nel mondo della musica come i Coldplay di cui la preview dell’intera discografica ha subito la mutilazione in quanto a tempo.

30secondpreviews

Secondo la testimonianza di alcuni utenti, il cambio è stato recente e tempestivo. Ci sono però alcune eccezioni a questo fenomeno come ad esempio la Top Chart di Apple.

Dato che il precedente cambio del 2010 di cui abbiamo parlato ad inizio articolo non fu scorrevole a causa di alcuni conflitti burocratici è possibile che anche in questo caso ci vorrà un po’ prima di far estendere completamente quella che ancora non riusciamo a definire come un guasto tecnico momentaneo o una nuova regola.

Aggiornamento: Le anteprime dei brani sono tornate nuovamente a 90 secondi. Dev’essersi trattato di un problema momentaneo.

Via | Macrumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: