Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

La Golden Master di iOS 11 in rete, chi è stata la talpa?
Notizie

La Golden Master di iOS 11 in rete, chi è stata la talpa? 

Decine di informazioni riguardanti tutte (o quasi) le novità che Apple ha in serbo per il 12 settembre sono state anticipate e diffuse a macchia d’olio nel giro di pochissime ore grazie a un leak praticamente ufficiale. Ma chi le ha diffuse?

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

La grande festa ad Apple è stata decisamente rovinata! Con una diffusione di informazioni paragonabile all’iPhone 4 quando venne dimenticato da un ingegnere interno all’azienda in un bar di Cupertino, la Golden Master del sistema operativo che doveva essere resa pubblica solo dopo il keynote per le informazioni sensibili che contiene su iPhone XFace IDApple Watch LTE, la nuova Apple TV 4K e persino le nuove AirPods è stata svelata con tutta probabilità da un dipendente scontento.

A sostenere questa tesi è John Gruber, che ha dichiarato di essere quasi certo che la divulgazione di iOS 11 GM è stata intenzionale:

Sono quasi certo che non si è trattato di un errore, bensì di un atto deliberato e maligno portato avanti da un dipendente Apple evidentemente scontento. Chiunque abbia fatto tutto questo ora è la persona meno popolare a Cupertino. Possiamo considerarla la più grande perdita di informazioni nella storia di Apple.

La Golden Master, collocata sui server Apple e scaricabile da chiunque, era ben nascosta da un indirizzo lunghissimo ed impossibile da indovinare. Chiunque l’abbia scaricata deve essere stato istruito da qualcuno che conosceva l’URL passandolo poi ad alcuni siti Internet statunitensi, per questo secondo Gruber è stato un atto voluto di qualche dipendente Apple infedele e scontento per ragioni a noi ignote.

Via | AppleInsider

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.