Notizie

Apple odia davvero il jailbreak, eccone un esempio

La nostra cara e amata società di Cupertino ha provato a fare di tutto per contrastare la community di “Jailbreakers”, ma purtroppo non sembra essere riuscita nel suo intento, infatti a seguito di una sentenza in tribunale, in America lo sblocco del proprio iPhone è diventato legale in quanto modifica software di un dispositivo regolarmente acquistato. Dopo vari episodi, Apple era arrivata addirittura a bloccare l’accesso a moltissimi siti tramite i dispositivi esposti nei negozi ufficiali, questo accadeva poco dopo l’uscita di JailbreakMe, che permetteva lo sblocco di iPhone, iPad e iPod Touch semplicemente visitando una specifica pagina web. Ma oggi ci arriva un’altra notizia riguardante la sfida Apple vs. Cydia.

Come vedete dallo screen, sembra che Apple abbia bloccato l’accesso a Cydia tramite l’HotSpot presso i vari Store, quindi coloro i quali vorranno accedere all’applicazione di Saurik all’interno di un negozio Apple verranno reindirizzati alla homepage dell’azienda di Cupertino.

Questo ovviamente non significa niente, non blocca il Jailbreak e non ostacola sblocchi futuri, è soltanto un motivo per sottolineare quanto Apple stia cercando di bloccare (anche se molto lontanamente) lo sblocco dei dispositivi da loro prodotti.

Come piccola nota personale, vorrei aggiungere che nei vari Store italiani non sembra possibile (o almeno non lo era nei giorni precedenti) accedere ad altri siti online al di fuori di quello della Apple: un blocco totale insomma.

Via | AppAdvice

Tag

Continua a leggere..

Lascia un commento

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!