Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Q4 2012: RIM sta entrando in una terribile spirale di crisi
Concorrenza

Q4 2012: RIM sta entrando in una terribile spirale di crisi 

Research in Motion pubblica i risultati fiscali del quarto trimestre 2012, presentando un calo abbastanza preoccupante delle vendite dei propri terminali, portando così la società nella peggior crisi che abbia mai affrontato.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

RIM ha infatti registrato un fatturato di 4,19 miliardi di dollari, con utili per azione finiti a 81 centesimi. La società canadese ha venduto 11,1 milioni di Blackberry, poco meno delle previsioni. Un anno fa, l’azienda aveva registrato un fatturato di ben 5,6 miliardi e un utile di 1,78 dollari per azione. Jim Balsille, ex co-CEO della società, si è dimesso dal consiglio di amministrazione.

RIM è ancora intenzionata a risollevarsi e sembra che lo farà puntando sia su BlackBerry 10, sia su un riposizionamento dei device con BlackBerry 7. Resta il fatto che questi sono tempi duri per RIM. L’arrivo dell’iPhone ha sicuramente stravolto l’andamento di questa società costringendola dopo pochi anni a risultati così disastrosi.

Speriamo quindi che i BlackBerry possano tornare ai fasti di un tempo così da dare, insieme a Windows Phone, quella spinta competitiva a Android e iOS, evitando ai due top player di sedersi sugli allori a tutto vantaggio del progresso tecnologico del settore.

Via | Engadget

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.