Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Ecco perché Steve Jobs era solito pranzare da solo
Notizie

Ecco perché Steve Jobs era solito pranzare da solo 

Oltre ad essere uno dei più grandi innovatori che tecnologia abbia mai visto, Steve Jobs,  co-fondatore ed ex CEO di Apple, è stato anche un personaggio affascinante. Sul posto di lavoro a volte si evidenziava un aspetto gelido della sua personalità, caratteristica che pareva enfatizzarsi nell’ora di pranzo.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

jobs

David Black, un ingegnere Java e WebObjects che ha lavorato a Cupertino per oltre un decennio, in un’intervista con Business Insider ha parlato dei tempi in cui lavorava con Jobs, e ricorda quanto la presenza del CEO fosse percepita nel momento in cui entrava nella caffetteria Apple. Secondo i racconti di Black, infatti, dall’ingresso del CEO a breve tutto lo staff avrebbe lasciato la stanza lasciando inesorabilmente vuoti i posti a sedere intorno a Jobs.

Motivo di questo allontanamento, a quanto dire di Black, era l’abitudine che aveva Jobs di interrogare i dipendenti sui propri progetti ad ora di pranzo, un momento in cui avrebbero solo voluto rilassarsi. Inoltre, sia per la sua statura che per quello che veniva descritto un senso dello humour molto dark, i dipendenti non erano particolarmente propensi a condividere con il CEO l’ora dei pasti facendo così figurare Jobs come una figura solitaria.

Magari è proprio questa tranquillità imposta che ha permesso a Jobs di concentrarsi sulle sue idee e realizzare prodotti d’eccellenza.

Via | Redmondpie

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.