Gli sviluppatori di AppsFire decidono di rimuovere l’applicazione dall’AppStore protestando contro il sistema Apple

Gli sviluppatori di AppsFire, un’applicazione progettata per aiutare gli utenti iPhone a trovare e condividere le applicazioni interessanti, che non sono necessariamente incluse nelle top ten presenti su iTunes, hanno deciso di tirarsi fuori dall’AppStore poichè l’aggiornamento della loro applicazione è rimasta in revisione per molto tempo e successivamente rifiutata.

In una lettera aperta dal titolo, ‘Apple, hai vinto: ci stiamo tirando fuori dall’AppStore”, AppsFire ha dichiarato di aver perso tutto il proprio interesse nei confronti della piattaforma Apple:

“Avete approvato Appsfire v1.0 lo scorso Agosto e già a quei tempi ci furono dei problemi perchè non volevate evidenziare un problema reale che c’è nell’AppStore, ovvero quello della scarsa visibilità per migliaia di applicazioni. Siamo stati i primi ad affrontare questo problema, offrendo una soluzione valida con la nostra applicazione. Adesso che puntate tanto all’immagine, vantando il 95% delle applicazioni accettate e così via, volete eliminare le dimostrazioni evidenti dei vari fattori dell’AppStore che non funzionano ancora. Sperate di aver risolto qualcosa rifiutando la nostra applicazione? Il problema persiste!

Stando alle dichiarazioni degli sviluppatori, AppsFire non crashava, non utilizzava API private e non faceva cose diverse da quelle dichiarate dagli sviluppatori per cui, seguendo proprio le linee guide di Steve durante il Keynote, non c’erano proprio motivi per rifiutarla.

Via | 9to5mac

Gli sviluppatori di AppsFire, un’applicazione progettata per aiutare gli utenti iPhone a trovare e condividere le applicazioni interessanti, che non…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: