Apple nuovamente chiamata in causa: La Cina cerca di invalidare i brevetti sul design dell’iPhone

Apple cerca da sempre di diminuire il più possibile i cloni cinesi dell’iPhone, ma questa volta le carte in gioco sono cambiate: il Luoen Network Information, in accordo con il Beijing Times, ha aperto una nuova causa contro Apple, sostenendo che in Cina i brevetti sul design dell’iPhone non sono validi.

Secondo quanto tradotto dalle leggi cinesi (e secondo il Beijing Times) infatti, in Cina sarebbe possibile applicare (e quindi rendere validi) i brevetti solamente ad un prodotto specifico.

Il brevetto attuale di Apple fa riferimento all’iPhone generitamente, non a un modello specifico di iPhone, rendendolo quindi valido per tutti gli attuali (e futuri) modelli di iPhone. Precisamente, il brevetto contiene le registrazioni per i seguenti aspetti di un iPhone:

  • forma rettangolare con angoli rotondi;
  • un display verticale;
  • un singolo bottone Home sotto al display.

Ma il Luoen Network Information sta cercando di dimostrare che il brevetto di Apple è “troppo generico”, affermando inoltre che lettori MP3 e smartphone avevano un design simile a quello dell’iPhone già tempo prima dell’uscita dello stesso e che già altre case (LG e HTC) avevano prodotto smartphone dal design simile a quello dell’iPhone.

Il Beijing Times mette in evidenza come questa causa potrebbe infliggere un duro colpo alla possibilità da parte di Apple di bloccare la vendita dei cloni cinesi dell’iPhone, in particolare dello smartphone Meizu M8. L’azienda di Cupertino ha comunque provato a dimostrare che l’M8 ha una forma più o meno simile a quella registrata nel brevetto dell’iPhone.

La corte è in procinto di prendere una decisione definitiva.

Via | AppleInsider

Apple cerca da sempre di diminuire il più possibile i cloni cinesi dell’iPhone, ma questa volta le carte in gioco…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: