Skullcandy Lowrider: cuffie leggere per l’uso di tutti i giorni con microfono, senza trascurare la qualità! | iSpazio Videoreview

Oggi vi parliamo di un paio di cuffie che potrà sembrare uguale a tante altre, anche se in realtà non è così. Le Lowrider sono indicate maggiormente per chi fa un’uso saltuario delle cuffie, ma non vuole rinuciare all’aspetto “trendy” e soprattutto al suono, senza spendere un patrimonio. Andiamo a scoprirle insieme.

Design

Uno degli aspetti che sono da considerare come maggiormente rilevanti se parliamo di Skullcandy, è sicuramente il design. Le Lowrider in questo si difendono bene.

Partiamo subito col dire che ci sono veramente tante combinazioni di colori, per soddisfare i gusti di tutti, ma non è tutto: infatti potremo trovare delle varianti stravaganti come quelle con del pelo sintetico al posto della ecopelle, ideale per chi pratica sport come lo sci o lo snowboard. Le cuffie sono sottili e non troppo ingombranti, un punto sicuramente a favore della portabilità anche se questo va leggermente ad influire sulla durabilità (vi dureranno in ogni caso almeno un anno, complice la garanzia di due anni Skullcandy che vi consente di ricevere un paio nuovo di Lowrider nel caso il vostro sia difettoso). I padiglioni sono confortevoli, sicuramente più di cuffie come le WeSC, grazie anche al loro diametro che copre quasi interamente l’orecchio; sono inoltre ruotabili di 90° sia i padiglioni che il meccanismo di collegamento all’archetto.

Suono

Il suono risulta abbastanza pulito. Sicuramente il loro target delle Lowrider è permetterci di ascoltare la musica durante brevi tragitti, in cui non possiamo stare più di tanto attenti alla qualità del suono ma vogliamo avere una compagnia discreta. In questo si comportano bene: il suono non è tanto alto da costringerci a visitare un otorinolaringoiatra però si difende bene, l’isolamento dai rumori esterni è buono e, altro punto a favore rispetto alle WeSC, non sono impuntate sul potenziare i bassi, permettendoci di ascoltare qualsiasi genere di musica senza storcere il naso.

Caratteristiche particolari e considerazioni finali

E’ da fare presente sicuramente la presenza del microfono e dei controlli chiamata e della musica sul cavo, che rendono queste cuffie ancora più appetibili per degli utenti di iDevice. Il prezzo è un altro punto di forza: 49€ ci permetteranno di portarci a casa queste cuffie che, a parità di prezzo con le WeSC, sono decisamente superiori. Le Skullcandy Lowrider sono acquistabili su Elettro-Shock, che ringraziamo per il sample, qui (link a tutta la gamma di Skullcandy).

Voto: 7

Di seguito la Videoreview realizzata da luigiemattia appositamente per iSpazio:

Il nostro collaboratore ci ricorda di precisare che, a differenza di quanto detto all’inizio del video, l’impedenza è di 8-20k Ω e non Hz.


Oggi vi parliamo di un paio di cuffie che potrà sembrare uguale a tante altre, anche se in realtà non…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: