iOS 10.3.1 risolve una falla di sicurezza dei chip WiFi Broadcom. Gli utenti Android sono ancora a rischio

Con l’aggiornamento ad iOS 10.3.1, Apple ha risolto una pericolosa falla nella sicurezza dei chip WiFi Broadcom. Restano invece ancora a rischio tutti i dispositivi Android che ne fanno uso.

Inizialmente non avevamo ben capito in che modo Apple stesse pubblicando gli aggiornamenti software. Subito dopo il rilascio della versione 10.3 finale infatti, è partita la beta 1 di iOS 10.3.2, saltando completamente la 10.3.1.

La ragione viene spiegata oggi: era già stata individuata questa falla (che non dipendeva da Apple bensì dal produttore esterno) e l’azienda aveva già pianificato un altro aggiornamento per risolverla. E’ stato Gal Beniamini a trovarla, un ricercatore esperto in sicurezza che lavora al Project Zero di Google e questo bug funzionava dall’iPhone 5 all’iPhone 7, permettendo di portare a termine attacchi utilizzando la connessione WiFi.

Anche i Nexus di Google utilizzano lo stesso SoC di Broadcom, per i quali è già arrivato un aggiornamento, ma lo stesso non si può dire per i Galaxy di Samsung. Il team di Google ha segnalato il problema a Broadcom a dicembre ed i chip prodotti successivamente a questa data sono privi di questo bug ma tutti quelli venduti in precedenza richiedono un aggiornamento software che, ad oggi, è arrivato solo sui dispositivi iOS, sui Nexus e i Pixel, lasciando scoperti tutti gli altri.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
93122
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: