Produrre un iPhone 4 CDMA costa 171 Dollari

Dopo un’attenta analisi di tutti i componenti interni del dispositivo, il verdetto è che il nuovo modello costa 171,35$ – 16$ meno della versione GSM di AT&T.

iSuppli aveva già anticipato i significativi cambiamenti in termini di design che erano stati apportati sul nuovo modello marchiato Verizon e che probabilmente sono la principale ragione del minor costo rispetto alla versione precedente che costa ad Apple 185,51$.

Entrando con maggior dettaglio nell’analisi dei costi, il componente più caro risulta essere la memoria, 40,4$, mentre il Retina Display si colloca in seconda posizione a 37,8$. Entrambi sembrano essere invariati rispetto alla versione GSM. La tanto chiacchierata antenna, che secondo le indiscrezioni iniziali doveva garantire delle performance migliori che invece iLounge ha in parte smentito, costa 16,41$, considerando in questo prezzo anche il GPS integrato.

Il nuovo design scelto da Apple mostra, come al solito, un tentativo di miglioramento, evoluzione e ottimizzazione. Questo approccio è evidente non solo nel design dell’antenna, ma anche in altri componenti come ad esempio il GPS e l’accorciamento del modulo WiFi/Bluetooth”, queste le parole di Andrew Rassweiler, direttore senior di IHS, il quale poi aggiunge “Approfondendo la nostra analisi sui componenti interni dell’iPhone 4 in versione CMDA, siamo certi di trovare altre messe a punto che aspirano a migliorare la qualità mantenendo il costo il più possibile stabile”.

iSuppli ha stimato un costo complessivo per i materiali di 171,35$ al quale ha poi aggiunto altri 7,10 come manodopera, ottenendo come totale 178,45$. Naturalmente queste ipotesi non tengono conto dei costi sopportati dall’azienda per lo sviluppo del software, l’ottenimento delle licenze necessarie e le varie royalties che devono essere pagate.

Via | AppleInsider

Dopo un’attenta analisi di tutti i componenti interni del dispositivo, il verdetto è che il nuovo modello costa 171,35$ –…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.