Apple finanzia un progetto da 2 miliardi di dollari per costruire un nuovo ospedale

Apple ha deciso di aggiungersi a eBay, Hp, Intel, Intruit e Oracle per finanziare un progetto che prevede la costruzione di un nuovo ospedale a Stanford.

Si tratta di un’iniziativa filantropica senza precedenti, che ha riunito alcune delle più importanti aziende tecnologiche Americane e che ha come obiettivo la costruzione di un nuovo ospedale all’avanguardia, dotato delle ultime tecnologie, come da pressi per le aziende tech della Silicon Valley.

Ogni membro contribuirà versando 150 milioni di dollari, nei prossimi 10 anni, inoltre l’associazione si impegnerà a raccogliere altri 400 milioni attraverso donazioni private. Un programma che, secondo il presidente e CEO Amir Dan Rubin, “ha le potenzialità per cambiare profondamente l’intero sistema sanitario.”

Il progetto, che punta a creare un equilibrio tra innovazioni tecnologiche ed un ambiente in grado di offrire tutto il necessario per i bisogni sociali e psicologici dei pazienti, prevede la fornitura di 600 posti letto, un nuovo pronto soccorso e reparto di terapia intensiva, un modernissimo sistema di tomografia e un piano interamente dedicato a cene, conferenze e a spazi educativi.

Lo stesso Steve Jobs a riguardo ha affermato: “Siamo molto fortunati ad avere il centro medico di Stanford, uno dei migliori al mondo, qui nella Silicon Valley. Siamo davvero eccitati all’idea di poter contribuire allo sviluppo di un nuovo ospedale e vogliamo supportare questo progetto.

Via | AppleInsider

Apple ha deciso di aggiungersi a eBay, Hp, Intel, Intruit e Oracle per finanziare un progetto che prevede la costruzione…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: