DashCode Guides #5 – Condivisione con Xcode (Parte III): Errori durante il passaggio di una WebApp ad Xcode

Ben ritrovati con una nuova guida settimanale dedicata alla rubrica iSpazio DashCode Guides. Oggi non andremo avanti con un nuovo progetto ma analizzeremo nel dettaglio quali sono i problemi più frequenti che si possono incontrare trasformando una WebApp in Applicazione Nativa (argomento che abbiamo trattato nelle scorse settimane:  Guida 1Guida 2). Ne esamineremo quindi anche le varie soluzione, se esistono.

Prima di cominciare oggi vorrei annunciare che le guide a DashCode iniziano a dare i primi frutti. Ha infatti da poco visto la luce una collaborazione fra Me e Luca Gentilucci con l’obiettivo di sviluppare un’applicazione che si chiamerà iAgriturist e che rilasceremo su iSpazio.

1. Il primo problema che possiamo trovare è quello che porta ad avere problemi con tutti i file di script con estensione diversa da *.html, *.htm, *.HTM come ad esempio i classici file *.js e *.css. La semplice soluzione può essere quella di spostare questi file in una folder diversa da quella principale, per esempio nella onnipresente directory /Parts. Ricordiamoci però di modificare quindi a dovere il codice del file index.html e anche dei file di script nel caso richiamassero qualche percorso ora differente.

immagine-158

immagine-227

2. Il secondo problema è irrisolvibile. In una normale WebApp possiamo far comparire degli Alert che ci dicano tutto quello che vogliamo. Trasformando una WebApp in App Nativa questa possibilità sparisce nel nulla perchè non è integrata nella UIWebView.

img_000118

img_000213

3. Eccoci al terzo. Non esiste alcuna maniera di far riprodurre suoni ad un iPhone, se non richiamando tutto Quicktime Player che aprirà una finestra assestante cancellando tutti i dati che avevate ottenuto nella finestra precedente. Questa problema è comune sia alle WebApp che alle WebApp trasformate in App.

4. Qui scopriamo che le WebApp non possono interagire con l’hardware del telefono in realtà. Non possono quindi far vibrare il telefono, non possono determinare la posizione e non possono conoscere l’orientamento dell’accelerometro. Una soluzione potrebbe altrimenti essere PhoneGap.

5. Il quinto problema riguarda la SpringBoard del nostro amato iPhone. Può darsi che qualcuno di noi se ne sia già accorto con la guida precedente. Ad ogni modo trasferendo un’App via SSH nell’iPhone nella cartella /Applications, quasi mai vedremo apparire questa sulla SpringBoard. Per risolvere questa banale ma problematica questione, possiamo ricorrere ad una semplice App che troviamo su Cydia, Respring. Questa effettuerà un particolare respring (come quello che avviene dopo che avete installato un’app via Cydia), che farà magicamente comparire l’icona del nostro programma.

.

Mentre se ne aveste bisogno, qui c’è la guida in formato PDF

.

La guida di oggi non ha approfondito nuovi temi ma spero sia servita a chiarire tutti i concetti che ad alcune persone non erano chiari.

Ricordo inoltre che come ha fatto Luca, tutti possono contattarmi via mail per propormi collaborazioni per sviluppare eseguibili, o anche solo per bisogno di consigli, piccoli aiuti e suggerimenti. Con questo concludo e vi saluto. Grazie a tutti dell’attenzione,

Andrea Corsini per iSpazio.net

Ben ritrovati con una nuova guida settimanale dedicata alla rubrica iSpazio DashCode Guides. Oggi non andremo avanti con un nuovo…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: