L’iPhone diventa il telefono di prima scelta in ambito aziendale superando il BlackBerry

Attenendoci ad uno studio effettuato su 2,300 lavoratori aziendali emerge un dato molto interessante: sembra infatti che l’iPhone abbia superato la quota detenuta da RIM con i suoi BlackBerry, rappresentando il terminale di prima scelta in ambito aziendale.

Secondo quanto è possibile evincere da un rapporto rilasciato da iPass sembra che l’iPhone abbia superato la quota detenuta da RIM, pari al 32.2%, ottenendo il 45% di preferenze, diventando a pieno titolo il terminale di prima scelta dei lavoratori in ambito aziendale.

In base alle  statistiche del 2010 RIM poteva contare su un vantaggio minimo sullo smartphone targato Apple, con una quota del 34.5% rispetto al 31.1% occupato dall’iPhone.

Anche Android ha ottenuto un ottimo risultato quasi raddoppiando la propria percentuale, passando da un 11.3% al 21.3%, una quota pari a poco meno della metà di quella occupata da Apple con il suo iPhone. Importante ricordare come il sistema operativo mobile di Google sia disponibile su una vasta gamma di terminali di produttori diversi e venga offerto da un numero maggiore di operatori telefonici.

Per quanto riguarda invece Symbian di Nokia ed il Windows Mobile/Phone di Microsoft e tutti gli altri, i risultati sarebbero decisamente negativi con flessioni nelle diverse quote occupate.

Proseguendo nei dati, alla richiesta sugli acquisti futuri, il 18% avrebbe risposto affermando che prenderà un iPhone, mentre il 11.2% avrebbe dichiarato di essere intenzionato a prendere Android, il 3.6% un modello di Windows Phone, e solamente 2.3% avrebbe intenzione di acquistare un BlackBerry, segno indicativo di come la quota di RIM continuerà nella sua discesa.

via|AppleInsider

Attenendoci ad uno studio effettuato su 2,300 lavoratori aziendali emerge un dato molto interessante: sembra infatti che l’iPhone abbia superato…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: