“Siri for Android” è nuovamente disponibile sullo Store, ecco uno dei problemi del Google Marketplace

Nei giorni precedenti in rete sono iniziate a circolare notizie relative all’invasione del Marketplace di Google, da parte di applicazioni che copiavano spudoratamente Siri, l’assistente vocale introdotto da Apple con il lancio dell’iPhone 4S.

Dopo la notizia delle svariate app che contenevano la parola chiave Siri o il suo logo, e quella relativa alla rimozione di “Siri for Android”, quest’oggi siamo venuti a conoscenza della ripubblicazione di questa spudorata copia di Siri sul Marketplace di Google. Lo store Android ha subito un invasione di applicazioni che promettono di far girare Siri dell’iPhone su dispositivi Google. Alcune di queste applicazioni svolgono il loro compito, seppur con risultati non del tutto buoni, mentre la maggior parte sono davvero inutili.

Utilizzando la parola chiave “App ufficiale”, lo sviluppatore spera chiaramente che la gente creda che questo è un porting ufficiale di Siri, qualcosa che mai accadrà. Che cosa fa quest’applicazione? Crea una nuova icona, quella di Siri, e una volta aperta l’app avvia Google Voice Actions, assistente vocale di Google. Il problema è che questa applicazione è già stata scaricata da oltre un migliaio di persone, e questo numero è destinato a crescere, e anche se non abbiamo prove, è del tutto possibile che questa applicazione faccia girare processi “maligni” in background. Questo è il problema più grosso che affligge lo Store dell’azienda di Mountain View, ovvero l’assenza di controlli sulle applicazioni presenti sul Marketplace.

Quale filosofia vi sembra la migliore? Quella di Google, “Ognuno può pubblicare ciò che vuole”, oppure quella Apple, “Vi diremo se sarà pubblicata”? Fatecelo sapere nei commenti.

Via | Redmond Pie

Nei giorni precedenti in rete sono iniziate a circolare notizie relative all’invasione del Marketplace di Google, da parte di applicazioni…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: