AgCom: Wind e Tim crescono a discapito di Vodafone, mentre Tre rimane stabile

Secondo l’ultima relazione AgCom, aggiornata al 30 Settembre 2011, le attivazioni di sim Wind e Tim sono cresciute nell’ultimo anno a dispetto di quelle Vodafone. Le linee attive sono comunque aumentate grazie soprattutto alle sim utilizzate per il traffico dati.

Cresce perciò la quota di mercato di Telecom Italia (+0,5%) e soprattutto quella di Wind (+0,9%) a scapito di Vodafone (-1,3%). La quota di mercato di 3 Italia rimane invece invariata al 9,9 %.

L’83,2% delle linee attive sono “prepagate”, in leggera flessione rispetto al 3T 2010 (84,2%).  Il traffico telefonico (oltre 98 miliardi di minuti a Settembre 2011) risulta in aumento di quasi il 10% rispetto ai primi nove mesi del 2010. Nonostante i numerosi servizi di messaggistica come WhatsApp, gli SMS inviati (poco oltre 66 miliardi da inizio anno) risultano in crescita del 3,7%.

La diffusione di smartphone e tablet a basso costo ha sicuramente influito sulla navigazione in reti 3G. Infatti per quanto riguarda il traffico dati mobile, nei primi nove mesi dell’anno le sim che hanno effettuato traffico broadband dati hanno superato i 18,1 milioni (+9,8% rispetto al corrispondente valore del 2010).

Per quanto riguarda gli operatori virtuali, si è avuta una crescita che ha portato al raggiungimento della quota di mercato pari al 4,4%. Tra i vari operatori virtuali Poste Italiane supera il 50% grazie anche alla progressiva integrazione della telefonia mobile con i servizi postali.

Fateci sapere attraverso i commenti se anche voi avete attivato una nuova scheda nell’ultimo anno e se si, di quale operatore!

Via | Mondo3

Secondo l’ultima relazione AgCom, aggiornata al 30 Settembre 2011, le attivazioni di sim Wind e Tim sono cresciute nell’ultimo anno…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: