Apple ringrazia il Dream Team per aver individuato un exploit nel kernel di iOS

La società californiana dimostra ancora una volta – qualora ve ne fosse effettivamente bisogno – di tenere in debita considerazione le vicissitudini e l’operato della comunità Jailbreakers. Apple ha infatti ringraziato, in una pagina ufficiale, il Dream Team 2012, che ha lavorato alla realizzazione del Jailbreak per iOS, per aver individuato un exploit nel kernel di iOS.

Come molti di voi sapranno, Apple ha risolto gli exploit utilizzati in Corona e Absinthe per effettuare il jailbreak su dispositivi iOS. E stando alle ultime notizie, sembra che a Cupertino sappiano esattamente chi siano stati i creatori degli ultimi tool che hanno permesso a milioni di utenti di effettuare il jailbreak sui propri dispositivi.

Nella pagina ufficiale di Apple – relativa agli exploit scovati nelle varie versioni di iOS – si legge

Available for: iPhone 3GS, iPhone 4, iPhone 4S, iPod touch (3rd generation) and later, iPad, iPad 2

Impact: a malicious program could bypass sandbox restrictions

Description: A logic issue existed in the handling of debug system calls. This may allow a malicious program to gain code execution in other programs with the same user privilages.

CVE-ID

CVE-2012-0643 : 2012 iOS Jailbreak Dream Team”

Ciò che risulta essere più interessante, non è semplicemente il fatto che Apple abbia ringraziato pubblicamente uno o più membri della comunità jailbreakers per aver identificato una falla in iOS, quanto piuttosto, il fare esplicito riferimento al “Dream Team”. Termine, quest’ultimo, ampiamente diffuso nei blog che trattano tematiche relative al jailbreak, per indicare il gruppo di hackers che hanno contribuito alla sviluppo degli ultimi tool necessari per effettuare il jailbreak.

A ciò si aggiunge il riferimento – esclusivamente rivolto a pod2g – da parte di Apple, per aver individuato altri 2 exploit nell’ultima versione di iOS.

Per quanto riguarda la situazione relativa al jailbreak del nuovo iOS 5.1, sembra dunque che gli exploit utilizzati per la precedente versione non sia più utilizzabile, tuttavia, dalle ultime notizie ci risulta che il gruppo sia pienamente tornato al lavoro per individuare una nuova falla.

Via | iDownloadBlog

La società californiana dimostra ancora una volta – qualora ve ne fosse effettivamente bisogno – di tenere in debita considerazione…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.