RIM vuole offrire il suo network agli smartphone di terze parti

Secondo un nuovo report dell’ex co-CEO di RIM Jim Balsillie, si starebbe cercando di reinventare la società trasformandola in un fornitore di servizi di rete.


L’idea è quella di creare una sorta di partnership con gli operatori di telefonia mobile per offrire agli utenti una più ampia possibilità di messaggistica tra i vari smartphone ad un costo minore dell’attuale servizio offerto dai tradizionali piani dati. La parte più sorprendente di questa rivelazione è che questo servizio sarà offerto per i dispositivi di altri produttori.

Come per molte delle mosse di RIM negli ultimi due anni, ciò evidenzia la crisi di identità che si è sviluppata all’interno della società, soprattutto con la diminuzione della propria quota di mercato subita dopo il rilascio di iPhone e Android. Secondo la fonte, questo nuovo piano ha portato a “discordie ai più alti livelli” della società.

Con questo nuovo piano, RIM vuole fornire l’accesso alla sua infrastruttura di messaggistica per gli smartphone di base offrendo così il servizio di messaging attraverso il proprio BlackBerry Messenger (che, come Apple iMessage , c’è sempre stato sui dispositivi RIM) e la crittografia dei dati della propria rete e dei servizi di compressione.

Via | CultOfMac

Secondo un nuovo report dell’ex co-CEO di RIM Jim Balsillie, si starebbe cercando di reinventare la società trasformandola in un…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: