Un nuovo brevetto Apple descrive occhiali elettronici simili ai Google Glass

Dai brevetti non si possono capire i piani futuri di un’azienda, ma sicuramente aiutano ad immaginare l’ambito di interesse della società che li ottiene. Apple ottiene la paternità di migliaia di brevetti all’anno, e quello che vi illustreremo oggi assomiglia molto ad i Google Glass presentati da poco dalla società di Mountain View.

Il brevetto depositato da Apple si chiama “Peripheral treatment for head-mounted displays”  e riguarda alcune tecniche per la proiezione di immagini negli occhi dell’utente attraverso dei display. In particolare, ci sono fino a due display LCD utilizzati per proiettare un’immagine negli occhi dell’utente. I display adattati nelle lenti degli occhiali sono pensati per essere una naturale progressione degli schermi per personal computer.

Normalmente display di questo tipo non ricoprono la visione periferica di chi li indossa, ma il brevetto delinea i meccanismi di un sistema che assicura la visione periferica così come la visione ‘diretta’. Ciò significa che il sistema è progettato per garantire una ‘full immersion’ nel contenuto virtuale che si visualizza, non come i Google Glass che però condividono l’idea di fondo.

Il brevetto parla anche di due immagini proiettate stereoscopicamente per ogni occhio, creando una sensazione di immersione che può  aumentare la luminosità, oltre a produrre un campo visivo più ampio, ed eliminare il fastidioso mal di mare che può venire con questo tipo di dispositivi.

Ricordiamo che il New York Times l’anno scorso pensava che Apple stesse iniziando a lavorare su dei computer indossabili. Apple infatti assunse un ingegnere informatico specializzato in questo preciso ambito nel 2010 e ha anche presentato altri brevetti per l’informatica indossabile risalenti al 2008.

Via | TheNextWeb

Dai brevetti non si possono capire i piani futuri di un’azienda, ma sicuramente aiutano ad immaginare l’ambito di interesse della…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: