Nielsen: iPhone e Android sono al 90% del mercato. Apple primo costruttore

Secondo l’ultimo report Nielsen i terminali iPhone e Android, da soli, rappresentano il 90% di tutto il mercato degli smartphone. L’OS mobile di Google cresce più di iPhone ma Apple resta il primo costruttore con il 34% del mercato, seguita a lunga distanza da Samsung con il 17%. Ogni 3 telefoni acquistati negli Stati Uniti, inoltre, 2 sarebbero smartphone.

 

Negli USA il settore smartphone risulta sempre più una questone a due tra Google e Apple: i due sistemi operativi mobile, iOS e Android, infatti, rappresentano ben il 90% di tutto il settore. Numeri impressionanti che ben denotano una tendenza così marcata che sarà difficile fermare. Cresce in modo consistente anche la penetrazione e il successo dei terminali evoluti rispetto ai telefonini tradizionali: ogni 3 telefoni venduti 2 sono, infatti, smartphone. Nel complesso nel mese di giugno il 54,9% degli americani possiede uno smartphone, con un sensibile incremento di quasi il 5% rispetto al 50% registrato a marzo.

Le quote di mercato sono in crescita sia per iPhone che per Android anche se quest’ultimo cresce di più. Il primo sistema operativo mobile è Android con il 51,8% seguito da iPhone al 34,3%. Per trovare la terza piattaforma occorre scendere fino all’8,1% di BlackBerry (e i dati, per quest’ultima, non sono certo entusiasmanti per il futuro). Tutti gli altri sistemi operativi mobile sommati, incluso Windows, rappresentano solo il 5,9% del settore smartphone.

Negli USA Apple rimane il primo e principale costruttore di smartphone con il 34% del mercato: al secondo posto, a lunga distanza, Samsung con il 17%. HTC è terza con il 14% mentre Motorola è quarta con l’11%.

Se volete notizie di Nokia contattate il signor Elop. Il colosso finlandese ha venduto più terminali Symbian che Windows Mobile.

Via | MaCity

Secondo l’ultimo report Nielsen i terminali iPhone e Android, da soli, rappresentano il 90% di tutto il mercato degli smartphone….

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: