Chris Stringer mostra decine di prototipi iPhone durante il processo contro Samsung

Durante il processo di Apple contro Samsung, Chris Stringer (Apple industrial designer) ha rivelato una serie di prototipi di iPhone, alcuni dei quali sono stati mostrati addirittura fisicamente.

Nel momento in cui Stringer ha preso la parola come primo testimone di Apple, sono state presentate una serie di immagini di prototipi e modelli fisici per illustrare il processo di progettazione che c’è stato “dietro le quinte” prima di arrivare al modello finale dell’iPhone che tutti conosciamo.

Stringer è stato chiamato in causa per via della sua competenza nel campo del design industriale, in particolare è ben noto il suo contribuito riguardo il design dei prodotti Apple fin dal 1995.

Durante la sua testimonianza, il progettista ha dichiarato che solitamente una squadra di 15-16 persone si siede attorno ad un tavolo da cucina con lo scopo di ideare il prossimo prodotto Apple. “Stiamo seduti lì insieme ai nostri libri, i nostri schizzi e le nostre idee”, ha detto Stringer. “E’ il momento più difficile, nel quale vengono a galla anche le critiche più sincere”.

Dopo questa sessione di brainstorming, la squadra trasforma le idee ed i disegni in veri e propri progetti e crea anche un modello fisico di un particolare progetto, se dovessero trovarne del potenziale.

“Il nostro ruolo è quello di immaginare prodotti che non esistono”, ha detto Stringer. “Siamo un gruppo di persone piuttosto maniacale”.

Stringer ha mostrato circa 40 prototipi alla giuria, alcuni che ricordano quello che poi sarebbe diventato il modello originale di iPhone, altri invece non ci somigliano neanche un pò.

Via | AppleInsider

Durante il processo di Apple contro Samsung, Chris Stringer (Apple industrial designer) ha rivelato una serie di prototipi di iPhone,…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: