LockScreen: l’app per creare sfondi personalizzati si aggiorna alla versione 1.5 introducendo diverse novità

App ID errato

LockScreen è una completa applicazione che ci permette di creare in pochissimi passaggi uno sfondo per la nostra lockscreen aggiungendo diversi widget tra cui immagini, testo, calendario, e altre informazioni che riteniamo utili come ad esempio un nostro contatto email (o numero di telefono secondario) in caso di furto o smarrimento, oppure il nostro gruppo sanguigno o qualche particolare allergia per situazioni particolari. L’applicazione si è da poco aggiornata alla versione 1.5 introducendo diverse novità. Vediamole insieme dopo il salto. App ID errato

Ecco il changelog ufficiale:

  • Integrazione con Camera+: Usa la potenza di Camera+ per scegliere e modificare i tuoi sfondi (funziona anche con i modelli immagine). È tutto automatico, premendo il bottone verrà lanciato Camera+ e tornerai in LockScreen una volta terminate le modifiche.
  • Nuovo sfondo: Questa è un’estate caldissima, ma tutti noi amiamo il sole. Ecco dunque un nuovo sfondo artistico, per illuminare le tue giornate.
  • Un piccolo regalo per te: Un nuovo modello da sbloccare gratuitamente.
  • Modifiche secondarie: Diversi piccoli miglioramenti e correzioni di errori, come l’altezza migliorata di alcune schermate di aiuto.
Se volete saperne di più, a questo link trovate la nostra recensione completa.

LockScreen è disponibile in App Store ed è compatibile con iPhone, iPod touch e iPad. Richiede l’iOS 4.0 o successive.

App ID errato LockScreen è una completa applicazione che ci permette di creare in pochissimi passaggi uno sfondo per la nostra lockscreen aggiungendo…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: