Liquidmetal permetterà di allungare gli auricolari fino ad 8 volte la dimensione originale [Video]

Si è detto molto circa la collaborazione di Apple con la tecnologia Liquidmetal. E’ ufficiale la notizia che la società californiana ha ottenuto in licenza la sostanza metallica per poterla utilizzare sui nuovi prodotti, ma non sappiamo ancora quando verrà utilizzata.

auricolari - ispazio

Molto probabilmente non vedremo ancora l’applicazione di questa tecnologia almeno per i prossimi tre anni, ma la ricerca sta sicuramente continuando. Forse in futuro vedremo un iPhone o i suoi accessori costruiti in Liquidmetal. Nel frattempo, un video su Engadget mostra un chiaro esempio di cosa è capace questa tecnologia.

Nel video vengono mostrati dei cavi realizzati riempendo un tubo elastico in polimeri con un liquido di gallio e indio che permettono il trasporto di elettricità. Questi cavi, secondo i ricercatori dell’Università del Nord Carolina, possono avere molteplici utilizzi come i cavi per gli auricolari o per il connettore alla porta USB.

Liquidmetal-headphones 1

Il Dottore  Michael Dickey scrive:

L’aumento della quantità di metallo migliora la conducibilità, ma diminuisce l’elasticità. Il nostro approccio mantiene i materiali separati, in modo da avere la massima conduttività senza comprometterne l’elasticità.

In breve, i nostri cavi hanno ordini di grandezza in più di elasticità rispetto ai fili più conduttivi, e almeno un ordine di grandezza in più di conduttività rispetto ad i cavi più estensibili attualmente in letteratura.

Come si vede nel video, il cavo, riempito di Liquidmetal, può essere allungato fino ad 8 volte la sua grandezza originaria. Sarebbe quindi davvero difficile rompere degli auricolari realizzati con questa tecnologia.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: