Samsung: si prevedono 510 milioni dispositivi venduti nel 2013

Samsung nel corso del 2012 è divenuto il più grande colosso di telefonia mobile al mondo, su base annuale, scalzando la leadership incontrastata di Nokia per ben 14 anni consecutivi. Gli obiettivi di vendita di Samsung per il 2013 prevedono almeno una crescita del 20%, con 510 milioni dispositivi da piazzare sul mercato.

note-2-galaxy-s3-naast-elkaar

Samsung dovrebbe vendere 510 milioni telefoni cellulari nel corso del 2013, quasi 100 milioni in più rispetto al risultato previsto nell’anno in corso. Fino agli ultimi dati a disposizione, il colosso sudcoreano aveva venduto 288 milioni dispositivi nel mese di Settembre, quindi senza considerare l’importantissimo periodo natalizio. Secondo il Korea Times, un fornitore di Samsung avrebbe dichiarato che almeno 390 milioni, fra i dispositivi da piazzare nel 2013, saranno smartphone.

Rispetto alle previsioni effettuate da Gartner, queste sono in realtà delle stime troppo ottimistiche. Il colosso sudcoreano dovrebbe, infatti, piazzare un tetto massimo di 300 milioni smartphone nel corso del 2013.

I dirigenti Samsung stessi hanno ipotizzato una possibile diminuzione della domanda degli smartphone nel 2013, anche se l’azienda offrirà una serie di prodotti del tutto nuovi nel prossimo futuro. Ai conosciutissimi Galaxy S e Note verranno affiancati una serie di nuovi smartphone e tablet basati su Windows Phone, ed altri prodotti basati su Tizen una piattaforma realizzata in collaborazione di Intel.

Inoltre il colosso sudcoreano ha come obiettivo principale quello di fornire ai paesi meno ricchi delle proposte a basso costo per sfruttare le nuove tecnologie, come NFC e LTE.

Non mancano ovviamente i dovuti paragoni. Apple nel corso del 2012 ha venduto oltre 125 milioni dispositivi, con una gamma di prodotti decisamente più contenuta. Samsung vende di più, indubbiamente, ma lo fa con tanti prodotti in varie fasce di mercato, a differenza del colosso di Cupertino che si pone ai vertici di prezzo dello stesso.

Infatti, se le vendite per Apple sono inferiori, e la diffusione dei terminali di Cupertino più bassa rispetto a quella di Samsung, gli utili della società di Apple sono fortemente maggiori rispetto a quelli del colosso sudcoreano.

Via | TechCrunch