Nell’ultimo trimestre il 94% dei malware è stato individuato su dispositivi Android

F-Secure ha riportato che Android è la piattaforma mobile più vulnerabile agli attacchi esterni, per via della sua natura estremamente “Open”. Se questa ha indubbi vantaggi sull’esperienza d’uso, i contro sono sotto gli occhi di tutti. La situazione sembra decisamente migliore per gli utenti europei ed americani.

sad-android-robot110902133530

Per quanto moltissimi utenti Android minimizzino la situazione dei malware sul diffusissimo sistema operativo, la statistica di F-Secure traccia una realtà preoccupante. Sebbene si parli solamente di freddi numeri lo studio pubblicato nelle scorse ore riporta che fra tutti i malware che hanno afflitto le piattaforme mobile, il 79% erano rivolti verso il sistema operativo di Google, con un incremento sostanziale rispetto al 66% dell’anno precedente.

La piattaforma iOS di Apple, grazie alla sua perentoria chiusura verso applicazioni di terze parti non certificate, è rimasta sostanzialmente “intoccata” negli anni, con solamente lo 0,7% dei malware diffusi nel corso dell’ultimo anno.

malware

F-Secure riporta anche che nel solo ultimo trimestre Android è stato colpito dal 94% dei malware diffusi su piattaforma mobile. C’è da dire che moltissimi di questi malware prendono piede nei paesi emergenti ed in Europa ed in America la maggior parte degli utenti non hanno mai avuto  problemi relativi alla diffusione di materiale sospetto.

Inoltre, i reali contendenti del mercato sono iOS ed Android, visto che le società concorrenti dispongono di quote di mercato risibili. Nessun hacker si metterebbe a colpire sistemi operativi poco diffusi perché avrebbe vantaggi troppo limitati. Come sappiamo iOS è inattaccabile per via della sua natura chiusa, quindi è logico che le ire degli hacker siano sempre più rivolte verso il sistema operativo di Google, aperto ed estremamente diffuso!

Via | BGR

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: