Con che probabilità romperete o perderete l’iPhone? Ve lo dice una nuova infografica

Noi amanti della tecnologia trattiamo i nostri smartphone con i guanti gialli, dotandoli di cover e protezioni adeguate e facendo in modo che non subiscano danni dovuti a cadute o graffi. Ma non tutti la pensano allo stesso modo e Protect Your Bubble ha realizzato un’infografica per distinguere le varie tipologie d’utenza.

iphone5_crash01_s

Dal nuovo studio condotto da Protect Your Bubble si evincono alcuni dettagli sugli utenti che sono soliti smarrire o rompere i propri smartphone. Risulta interessante il fatto che, secondo le analisi condotte dalla società americana, se appartenete ad una di queste categorie, probabilmente questo accadrà con cadenza regolare, anche se non è mai successo.

Quindi preparatevi al peggio! Dall’infografica si legge che gli uomini hanno il 57% della possibilità che lo stesso possa cadere nel WC, anche se la maggior parte degli incidenti avvenuti in bagno vedono vittime le donne. Il luogo in cui accade il maggior numero di incidenti è il garage, seguito proprio dalla toilette, seguiti da cucina, stanza da letto e sala da pranzo.

I ragazzi dai 18 ai 24 anni causano spesso danni da liquido al proprio terminale, mentre gli utenti dai 25 ai 34 anni sono quelli che vengono più spesso derubati, soprattutto se donne. Dai 35 ai 44 anni è più probabile che lo smartphone venga smarrito.

infographic-break

La ricerca è stata condotta intervistando oltre 4000 utenti negli Stati Uniti. Quindi ricordatevi in garage o in bagno di prestare più attenzione al vostro smartphone, se non volete che faccia una brutta fine!

E voi che tipo di incidenti avete avuto con il vostro smartphone? Vi rivedete con i risultati della statistica? Fatecelo sapere tramite i commenti in basso!

Via | PhoneArena

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: