Il CEO di Nuance conferma la straordinaria partnership con Apple per Siri

Gli assistenti vocali ormai sono una caratteristica comune negli smartphone di fascia alta, ed anche l’iPhone ne possiede uno di tutto rispetto. Nuance è sempre stato il principale sospettato come servizio in grado di alimentare le capacità di riconoscimento vocale di Siri, ma né la società né Apple hanno mai confermato la collaborazione…fino ad oggi!

images    siri_icon

Parlando alla D11, la famosa conferenza tenuta da All Things Digital in California, il CEO di Nuance, Paul Ricci, ha ufficialmente dichiarato che la tecnologia della propria società alimenta Siri. Egli afferma che Nuance “è un fornitore fondamentale per Apple” ed anche se nessuno ha mai ammesso la partnership con Apple, ci sono state numerose indiscrezioni che potevano confermarlo.

Siri, acquisita da Apple nel 2010, è stata sviluppata utilizzando la tecnologia di riconoscimento vocale di Nuance, e nel 2011, gli screenshot della pre-release di iOS 5 lo hanno parzialmente confermato. Oltre che alimentare di fatto Siri, Nuance possiede un proprio software per la dettatura ed il riconoscimento vocale. La società inoltre ha stretto partnership con diverse altre aziende, come Amazon per lo sviluppo di EVi.

Anche se Nuance è legata a Siri, Ricci ha fatto notare che le altre abilità dell’assistente Apple sono il frutto del lavoro di altre società. Siri infatti integra diversi servizi per fornire i risultati, come Yelp, OpenTable e Wolfram Alpha. Apple si aspetta di aumentare l’integrazione dell’assistente nei suoi prodotti con iOS 7 e OS X 10.9. Inoltre ulteriori indiscrezioni confermano che Apple sta lavorando a stretto contatto con i produttori di automobili per fornire un’integrazione “in-car” più completa.

Via | MacRumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: