Platebook, il social in cui il vostro ID è la targa della vostra vettura | Recensione iSpazio

App ID errato

Si parte da un’idea assolutamente nuova e fresca ed a tratti un po’ spaventosa! Immaginiamo la situazione: vediamo una bella ragazza (o un bel ragazzo) in macchina, ma non sappiamo nient’altro che il numero di targa. Ebbene Platebook, gratuita per pochissimo tempo, permette di metterci in contatto con un qualsiasi utente, utilizzando il numero di targa come unico ID. App ID errato

Quante volte abbiamo visto una bella ragazza o un bel ragazzo in macchina, ma non abbiamo avuto modo di contattarlo e le ricerche su Facebook si sono rivelate infruttuose? E quante volte, magari per via di manovre non proprio condivisibili, volevamo dirne quattro ad un autista non proprio navigato?

Platebook si pone proprio l’obiettivo di metterci in contatto con una community che utilizzerà il numero di targa del proprio veicolo come unica credenziale per la registrazione. Gli utenti resteranno assolutamente anonimi ed il numero della targa non sarà in alcun modo riconducibile al proprietario del veicolo tramite l’applicazione.

IMG_0090 IMG_0151 IMG_0149

Per utilizzare il nuovo social network di Matteo Masetti dobbiamo registrarci, associando al nostro numero di targa un indirizzo e-mail al quale possiamo accedere ed una password per effettuare il log-in. Una volta ricevuta l’e-mail di conferma potremo inserire i dati per l’accesso ed iniziare ad utilizzare Platebook.

Il servizio supporta logicamente un sistema di notifiche push per ricevere in tempo reale i messaggi che altri utenti della community ci invieranno. Inoltre, potremo inserire i numeri di targa che utilizziamo più spesso nei Preferiti ed utilizzare questa schermata come se fosse una sorta di rubrica telefonica dei numeri di targa, mediante la quale inviare velocemente i nuovi messaggi impostando un nickname personalizzato per ogni singolo utente.

Il servizio supporta anche un sistema di blacklist, in modo da bloccare gli utenti indesiderati o troppo insistenti. Lo sviluppatore ha pensato anche ad un’interessante funzione denominata “Avvisami quando si registra”: l’app ci informerà non appena un utente che abbiamo tentato di contattare in precedenza avrà effettuato la registrazione ed il primo log-in al servizio social. Questa feature risulterà interessante soprattutto nei primi periodi in cui l’app non avrà ancora raggiunto il successo sperato.

IMG_0153 IMG_0147 IMG_0152

Platebook si sviluppa lungo un’interfaccia scheumorfica in cui il tema predominante è logicamente automobilistico. Lo sfondo è rappresentato da una texture di asfalto, mentre i nomi dei contatti saranno delle vere e proprie targhe europee con il numero impresso sopra. Tramite l’app potremo invitare altri amici ad utilizzare il servizio utilizzando Facebook, Twitter, SMS ed e-mail.

Platebook è in offerta gratuita per un periodo di tempo parecchio limitato, quindi se vi interessa partecipare a questo nuovo esperimento social non dovete fare altro che scaricare l’applicazione il più in fretta possibile! In più lo sviluppatore ci ha informati sul fatto che la versione 1.0 non è altro che un primo prototipo, un work in progress: è già presente su App Store ma c’è una completa disponibilità riguardo ad una possibile revisione globale, in modo da riadattare l’intero servizio in base ai feedback ed ai desideri degli utenti.

Platebook è disponibile su App Store, è localizzata interamente in italiano ed è compatibile con iPhone 3GS, iPhone 4, iPhone 4S, iPhone 5, iPod Touch (terza generazione), iPod touch (4a generazione), iPod touch (5a generazione) e iPad. Richiede l’iOS 6.1 o successive. Questa app è ottimizzata per iPhone 5.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: