Limbo: il capolavoro in bianco e nero di Playdead, ora su iPhone | Recensione iSpazio

Immagine per LIMBO

LIMBO

LIMBO ApS / Playdead ApS
4,99 €

Limbo è un titolo già disponibile per altre piattaforme da diversi anni. La seguente versione, approdata su iOS da qualche tempo, conferma quanto di buono si era già visto sugli altri lidi. Dopo averlo provato a fondo, posso finalmente parlarvi di quello che secondo me è uno dei più bei titoli attualmente presenti su App Store.

picture20130719063222

Sarà che mi piace il genere, sarà che essendo semplice ed intuitivo nei comandi si sposa perfettamente con il gameplay dei dispositivi mobile o sarà che la storia dopo i primi minuti incuriosisce tantissimo…sta di fatto che il titolo, sviluppato dalla società indipendente danese Playdead, è uno di quei giochi che ci terrà incollati allo schermo del nostro dispositivo per diverse ore, facendoci dimenticare di tutto il resto.

Una volta installato il gioco non ci saranno tutorial, introduzioni o menù: semplicemente ci ritroveremo di fronte all’inizio del gioco, con il protagonista -un giovane ragazzo con due occhi bianchi scintillanti- che lentamente si sveglierà e sarà pronto per essere controllato da noi.

picture20130719063218

picture20130719063218(1)

I comandi sono davvero semplici ed intuitivi

Poggiare e strisciare più o meno lentamente per spostare il protagonista nella direzione voluta, più o meno velocemente in base al tipo di gesto che faremo. Una “strisciata” corta e lenta lo farà camminare sulle punte, una più lunga e rapida lo farà correre. La gamma dei comandi si conclude con la possibilità di saltare gli ostacoli facendo scorrere il dito verso l’alto (anche in corsa) e con quella di interagire con gli oggetti: per fare ciò dovremo tener premuto il dito sull’oggetto (che dev’essere vicino a noi) in modo da afferrarlo, e poi spostarlo con una gesture nella direzione desiderata. Una volta appreso questo, saremo pronti per aiutare il giovane ragazzo nella ricerca della sorella, smarrita nel Limbo.

picture20130719063218(2)

picture20130719063219(4)

picture20130719063218(4)

La grafica è tanto semplice quanto spettacolare

Tutto in bianco e nero, con sfumature di grigio e con l’ambientazione che si sviluppa su più livelli, con zone sfocate più vicine e lontane, rendendo questo gioco davvero splendido lungo tutta la vicenda. La storia è continua e lineare, senza nessun tipo di interruzioni o capitoli: un’altra caratteristica che rende questo gioco interessante e diverso da tutti gli altri.

picture20130719063219(2)

picture20130719063219(3)

Nonostante questo, credo sarà impossibile per chiunque terminarlo senza morire un discreto numero di volte: durante la nostra avventura infatti incontreremo ostacoli e difficoltà di vario tipo che aumenteranno gradualmente sempre di più, passando dai semplici burroni a più sofisticati meccanismi gravitazionali negli ultimi passaggi. Enigmatico al punto giusto, man mano che avanzeremo nel gioco capiterà di rimanere anche “bloccati” per diverso tempo, nel tentativo di capire come superare una determinata zona. Non è certamente uno di quei titoli proprio semplicissimi, ma fortunatamente ogni volta che moriremo, ricominceremo poco più indietro, senza quindi dover ripetere quanto già affrontato.

picture20130719063220(6)

picture20130719063221(5)

Trovare dei difetti a questo titolo è davvero difficile

Oltre alla grafica davvero impeccabile, anche le musiche sono state curate nel dettaglio, con effetti sonori che ben si adattano alle ambientazioni ed alle varie componenti della storia. Come accennato all’inizio, Limbo si rivela ricco di elementi non solo inanimati, ma anche di tracce di vita, passata e futura che ci porteranno ad un coinvolgimento maggiore, caratteristica che almeno personalmente ho difficilmente riscontrato in altri titoli.

picture20130719063221(1)

picture20130719063221

picture20130719063221(2)

Il titolo è arricchito da ulteriori dettagli che ne impreziosiscono il gameplay: tra questi citiamo i frutti in grado di prendere il controllo del protagonista rendendolo di fatto uno zombi capace solo di saltare e correre, oppure gli obiettivi secondari nascosti per tutta la storia. Questi ultimi, rappresentati da frutti bianchi disseminati in percorsi secondari o alternativi, sono in grado di aumentare ulteriormente una longevità già alta e danno un motivo in più per riprendere in mano il titolo una volta terminato.

picture20130719063220(2)

picture20130719063220(3)

Insomma, Limbo è il gioco perfetto per essere giocato sui dispositivi mobile, in quanto la semplicità e l’intuitività sono le due caratteristiche da quest’ultimo possedute e che spesso vengono invece omesse in molti altri titoli che secondo me devono essere dei semplici giochi con cui interagire nei momenti di svago, senza doversi concentrare troppo per quanto riguarda l’approccio fisico e mentale. Per come la vedo io, per quest’altra tipologia di giochi esistono le console!

Limbo è disponibile su App Store ed è compatibile con iPhone 3GS, iPhone 4, iPhone 4S, iPhone 5, iPod touch (3a generazione), iPod touch (4a generazione), iPod touch (5a generazione) e iPad. Richiede l’iOS 6.0 o successive. Questa app è ottimizzata per iPhone 5.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: