iPhone 5S: Positivi i primi commenti a caldo dei giornalisti

Come da titolo, nelle ultime ore diversi blog del settore hanno avuto modo di provare il nuovo iPhone 5S e lasciando dichiarazioni alquanto positive. Di seguito vi riportiamo i commenti a caldo dei vari giornalisti.

iphone 5s

La fonte da cui abbiamo attinto la notizia ha da poco raccolto e pubblicato tutti i commenti:

Jim Dalrymple di The Loop

Il nuovo Touch ID è facilissimo da usare: basta semplicemente appoggiare il dito sul pulsante e seguire le istruzioni che compariranno sullo schermo. Il pulsante Home vibra leggermente quando legge la nostra impronta, e durante la procedura bisogna semplicemente sollevare il dito ed appoggiarlo di nuovo in modo da “insegnare” al pulsante la nostra impronta correttamente. Ottime le prestazioni, con un incremento di velocità davvero elevato rispetto all’iPhone 5. Questo 5S, possiamo dirlo, va al di là delle aspettative, e non a caso è il primo telefono al mondo a 64-bit.

Darrell Etherington di TechCrunch

A prima vista, è facile considerare il sensore di impronte digitali come una caratteristica messa lì solo per attirare l’attenzione e fare poco altro. Ma questo non è vero. Il sensore di impronte digitali, a differenza di altre recenti tecnologie discutibili come quella del riconoscimento delle gesture o degli occhi per sbloccare un telefono, non viene percepita come un espediente o una sorta di demo tecnologica. Si tratta di una caratteristica matura, che migliora realmente l’esperienza di utilizzo dell’iPhone e che sarà usata da tutti.

Walt Mossberg di AllThingsD

L’applicazione fotocamera è stata migliorata, con una crescita sostanziale specialmente per quanto riguarda le foto in ambienti con scarsa illuminazione. Grazie alla modalità burst si riescono a fare tantissime foto velocemente e salvare successivamente solo le migliori, mentre con lo slow-motion si riesce a registrare dei video davvero entusiasmanti. Tutto funziona perfettamente.

Myriam Joire di Engadget

Le foto scattate al buio con il 5S sono molto più nitide, con dettagli più precisi, colori più naturali e molto meno rumore rispetto all’iPhone 5. La resa dei colori è maggiore, e si nota specialmente quando giocheremo sul nuovo iPhone. Ancora leggermente più rumore e meno dettagli rispetto alle foto scattate con il Nokia Lumia 1020, però il 5S non commette errori: è il miglior smartphone per le foto rapide, alla “punta-e-scatta”.

Edward Baig di USA Today

Apple non ha ancora aperto lo sviluppo del Touch ID a terzi, ma spero che accada prima o poi. Apple ha anche ritardato l’uscita di Keychain, e penso proprio che il Touch ID si integrerà con questa funzione in modo da memorizzare tutte le password e non dovremo più pensare a ricordarle: lo farà la nostra impronta digitale! Ottimo lavoro anche per quanto riguarda il nuovo sistema a doppio Flash per la fotocamera: si tratta di due flash che lavorano in sintonia per determinare automaticamente la combinazione migliore di intensità della luce. I risultati sono buoni, anche se in alcuni casi ho notato uno scatto leggermente più lento (di circa un secondo) rispetto al mio click sul tasto della fotocamera quando utilizzo i due flash.

Scott Stein di CNET

Il Touch ID è quasi invisibile e funziona da Dio, riconoscendo la nostra impronta in qualsiasi posizione/orientamento del dispositivo. E’ una tecnologia impressionante che ha funzionato con tutte le dita, anche quelle del mio piede! (ero curioso)

David Pogue del New York Times

La caratteristica più innovativa del 5S è il Touch ID. Integrato ingegnosamente nel tasto Home, consente di attivare l’iPhone lasciandoci il dito sopra per mezzo secondo e Boom: in un attimo il telefono è attivo e nessun altro potrà sbloccarlo, senza dover fastidiosamente inserire ogni volta il codice di sblocco. Il Touch ID ha funzionato ogni singola volta durante il mio test. Nulla a che vedere con gli inutili sforzi delle aziende che hanno tentato di installare tale tecnologia nei precedenti telefoni!

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: