Una guida on-line ti aiuta a progettare dispositivi iBeacon

Attraverso l’utilizzo del Bluetooth Low Energy ( BLE ), iBeacon permette lo scambio di dati tra iPhone e qualsivoglia dispositivo elettronico esterno compatibile. Una guida in rete aiuta a sfruttare tale tecnologia con un Raspberry Pi.

Schermata 2013-10-10 alle 21.11.34

Come vi mostrammo in un articolo, i sensori posizionati in negozi, ristoranti e musei,  grazie alla tecnologia Bluetooth 4.0 riescono a mandare offerte e promozioni su cibi e biglietti d’ingresso, includendo (in base al caso) altre informazioni quali video, recensioni, e tanto altro a tutti gli iPhone che si trovano nel raggio d’azione.

Ovviamente gli utilizzi sono infiniti, si va dalle transazioni finanziarie all’utilizzo di smartwatch. Questa tecnologia in effetti potrebbe essere una degna sostituta dell’NFC, che invece richiede l’implementazione di un chip ulteriore oltre a quello del Bluetooth di cui sono già forniti gli smartphone.

Chi volesse cimentarsi nella creazione di un vero e proprio dispositivo iBeacon da collegare all’iPhone troverà da oggi un’utile guida passo passo a questo link. L’hardware per iniziare a programmare è costituito nient’altro che da un Raspberry Pi. La scheda programmabile dotata di processore ARM si trova anche sotto i 100 euro, a cui c’è da aggiungere il costo di un dongle USB Bluetooth e di un alimentatore.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: