Hacker rubano oltre 4 milioni di account Snapchat: la società risponde alle accuse

È da parecchio tempo che è stata trovata la falla di sicurezza che permetteva ai malintenzionati di accedere ai dati sensibili degli utenti Snapchat, ma la società ha sempre sottovalutato il problema fino a quando, pochi giorni fa, sono stati pubblicati 4,6 milioni di account. Ora la società sta correndo ai ripari.

snapchat

Qualche tempo fa è stato trovato un bug nella nota applicazione Snapchat che consentiva a chiunque di scoprire gli abbinamenti numero di telefonousername di tutti gli utenti. Il modo era pure alquanto semplice: bastava infatti inserire numeri telefonici a caso per risalire al nome utente. Di per sé questo non rappresenterebbe neppure un grosso problema, ma la situazione si aggrava quando accade la situazione inversa: trovare un numero di telefono inserendo un nome utente.

Il bug era conosciuto ma l’azienda l’ha sempre sottovalutato fino a quando, pochi giorni fa, è stato creato un database online di circa 4,6 milioni di account completi di username e numeri di telefono, messi a disposizione di chiunque.

Snapchat si è decisa quindi a rilasciare immediatamente una patch a livello server per limitare l’utilizzo di questa funzionalità in modo da impedire nuovi abusi del servizio in futuro. Inoltre l’azienda ha comunicato che a breve verrà rilasciato un nuovo aggiornamento che consentirà di nascondere il proprio numero telefonico una volta che questo sarà stato verificato dall’applicazione stessa, in modo da aumentare ulteriormente la privacy.

Si tratta di un grave errore quello commesso da Snapchat ed ora si spera soltanto che i numeri telefonici degli oltre 4 milioni di account rubati non vengano pubblicati per intero: al momento infatti le ultime due cifre sono nascoste.

Immagine per Snapchat

Snapchat

Snap, Inc.
Gratuiti

Via | iClarified

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: