Con iOS 7 è più difficile creare nuovi temi per iPhone| Cydia

Dopo il rilascio della nuova versione di Winterboard con il supporto ai dispositivi a 64 bit, l’intero processo per la creazione di temi sembra radicalmente cambiato proprio per come è stato pensato iOS 7. Il passaggio dallo skeumorfismo ad un design trasparente crea non pochi problemi ad i responsabili della creazione di temi che su iOS 6 non c’erano.

temi-ispazio

Tra coloro che hanno riscontrato questa differenza c’è Tim Collins, un famoso designer che ha creato 1derful, 1Derland, Ezra e RocketSauce. Ognuno di questi temi è molto complesso sotto tutti i punti di vista ma la triste realtà è che l’avvento di iOS 7 rende tutto ciò molto più impegnativo e servirà un maggior dispendio di tempo.

Ecco cosa ha detto Collins a riguardo:

Dal momento che Winterboard è stato appena aggiornato, volevo aggiornare tutti sulle limitazioni che i creatori di temi si trovano ad affrontare su iOS 7. Apple ha cambiato quasi tutto da quando hanno abbandonato lo stile scheumorfico. Questo significa che quasi tutte le immagini dell’interfaccia utente che vedete è un semplice “forma” nera che ha un colore solido applicato ad esso tramite codifica. Le stesse icone della SpringBoard sono diverse e non possiamo aggiungere cornici o effetti.

FlatIcons-Cydia-Tweak-Theme-4

iOS 6 era diverso perché aveva delle immagini statiche e consentiva un’esperienza utente più completa. Inoltre, secondo Collins, applicazioni che poteva creare un “auto skin” per le icone come IconHarvester e ThemeIconMaker sono ancora inutilizzabili con l’avvento di iOS 7. La buona notizia, però, è che tutto può cambiare col tempo. Non disperate perché ci sono già bellissimi temi per iOS ed iPhone 5S e siamo sicuri arriveranno presto su Cydia.

Via | iDownloadBlog

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: